Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Cronaca

Operazione antidroga nel salernitano

Operazione antidroga nel salernitano

Altri arresti e sequestri portati a termine dai Commissariati di Pubblica Sicurezza

Altri arresti e sequestri portati a termine dai Commissariati di Pubblica Sicurezza

Operazione antidroga in tutto il territorio provinciale. Arrestato dalla Polizia di Stato “pusher” di Cava de’ Tirreni che aveva creato presso la sua abitazione un canale di rifornimento della droga per gli assuntori locali. Nel pomeriggio di ieri, personale del Settore Anticrimine del Commissariato di Cava de’ Tirreni, diretto dal Vice Questore Agg. dott.ssa Marzia Morricone, ha proceduto all’arresto di S. A., di anni 27 di Cava de’ Tirreni ed ivi abitante, perché responsabile di detenzione di sostanza stupefacente.
L’ arresto è scaturito a seguito di specifiche attività investigative sviluppate dal personale del Settore Anticrimine tese a contrastare il dilagante fenomeno dello spaccio di stupefacenti, nel corso delle quali veniva appreso del giovane “pusher”.
La perquisizione eseguita presso l’abitazione in zona Santa Maria del Rovo a seguito di un riservato servizio investigativo, consentiva di sorprendere S. A. con addosso due tranci di hashish del peso complessivo di gr. 31.
Inoltre, occultato all’interno di un mobile nella cucina, veniva rinvenuta materiale per il taglio, la pesa ed il confezionamento dello stupefacente in dosi: bilancino elettronico di precisione, coltelloper il taglio e pellicola per il confezionamento dell’hashish in dosi singole.
Dell’avvenuto arresto veniva data notizia al P.M. di turno presso il Tribunale di Nocera e l’arrestato veniva trattenuto in attesa del processo con rito direttissimo.

A Nocera Inferiore, invece, nell’ambito dell’attività di contrasto alla commercializzazione di sostanza stupefacente e a seguito di un mirato servizio di polizia giudiziaria, personale della squadra investigativa del commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore procedeva alla denuncia di R.R.A di anni 20, responsabile di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente del tipo Marijuana e Hashish del peso complessivo di gr. 8.1.
Nel corso dell’operazione di polizia giudiziaria si effettuavano anche diversi controlli a veicoli procedendo a contravvenzione al C.D.S e n. 3 perquisizioni domiciliari.

Infine a Battipaglia, personale della Squadra Investigativa del Commissariato della Polizia di Stato, agli ordini del Dirigente Vice Questore Aggiunto Dott. Antonio Maione, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine con sede in Potenza, procedevamo ad un’attività di perquisizione in Battipaglia, in ordine ad un mirato servizio finalizzato al contrasto della detenzione di sostanze stupefacenti in genere.
Nella circostanza, il personale della Polizia di Stato, recatosi presso l’abitazione di Buono Emanuel di anni 39, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, accertava che quest’ultimo, notata la presenza degli Agenti, si disfaceva di un involucro di carta contenente sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di grammi 53.
Altresì, i poliziotti verificavano che un amico-pregiudicato della persona si lanciava dal balcone dell’abitazione al fine di non far verificare la sua presenza in quel luogo. Infine, la successiva perquisizione domiciliare consentiva il ritrovamento di un coltello con la lama intrisa della medesima sostanza in disponibilità, del soggetto arrestato.
Per tali motivi, Buono Emanuel veniva tratto in arresto in quanto resosi responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente del tipo hashish ai fini dello spaccio e per l’inottemperanza alle disposizioni impartite dall’Autorità Giudiziaria in ordine alla misura cautelare alla quale era sottoposto.
Dopo le formalità di rito, Buono Emanuel veniva riaccompagnato presso la sua abitazione, nuovamente agli arresti domiciliari, in attesa della convalida di arresto.

Correlati

Popolari

Top