Arriva il test del QI per i cani - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Arriva il test del QI per i cani

cane_silenzio

Aiuterà a studiare la demenza nell’uomo.

Arriva il test del QI per i cani

Aiuterà a studiare la demenza nell’uomo.

Arriva il test del quoziente intellettivo per i cani. Un gruppo di scienziati inglesi ha scoperto che l’intelligenza dei quattrozampe funziona in modo analogo a quella degli esseri umani: i ‘fido’ particolarmente svegli e abili in un compito, lo sono mediamente anche in altre azioni. Secondo gli esperti, questa scoperta potrebbe portare a una svolta nella comprensione del legame tra intelligenza e salute. Studi recenti hanno infatti dimostrato che le persone ‘smart’ tendono a vivere più a lungo e i ricercatori pensano che, se riescono a dimostrare che la stessa cosa vale per i cani, potrebbero utilizzare gli animali per studiare problemi di salute degli uomini come la demenza.

Secondo Rosalind Arden, ricercatrice della London School of Economics, che ha condotto il lavoro con l’università di Edimburgo, la scoperta potrebbe avere “implicazioni di vasta portata per la comprensione della salute e la malattia di cani e esseri umani. Ci siamo chiesti: se un cane è bravo in un test significa che sarà mediamente migliore rispetto alla media anche in un altro? Abbiamo scoperto che questo è vero”.

I ricercatori – riporta l”Independent’ – hanno misurato l’intelligenza di 68 Border collie, considerati tra le razze canine più ‘sveglie’, mettendo a punto una serie di compiti cognitivi da svolgere. In uno, per esempio, gli animali dovevano trovare la strada per raggiungere una ricompensa di cibo che potevano vedere attraverso una barriera, mentre un altro consisteva nell’offrire 2 piatti di cibo per valutare se i cani sceglievano quello con la porzione più abbondante. Chi ha avuto buoni risultati in uno di questi compiti, tendeva a essere superiore alla media anche negli altri.

Arden sottolinea che gli scienziati sanno da tempo che le persone più brillanti tendono a vivere più a lungo. Ma questo aspetto può essere difficile da approfondire perché le scelte di vita – fumo, alimentazione, alcol ed esercizio fisico – hanno un grande impatto sulla salute. I cani offrono informazioni utili a questo proposito perché sono “fondamentalmente astemi”, come ha ricordato Arden.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage
pc_truffe
Un adolescente su 4 sempre online, allarme dipendenza

laboratorio_analisi
Campania: a rischio le prestazioni sanitarie nelle strutture convenzionate

gino_marotta
Nuovo appello dei sindaci: eleggere il direttivo della Comunità del Parco

Chiudi