Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Istituto Merini
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Agropoli presente alle celebrazione della battaglia di Mignano Montelungo

Agropoli presente alle celebrazione della battaglia di Mignano Montelungo

Anche Agropoli, con una sua rappresentanza, era presente alle celebrazioni per il 72° anniversario di Mignano Montelugo.

L’8 dicembre è stato celebrato a Mignano Montelungo, (CE) presso il Sacrario Militare, il 72° anniversario dell’omonima battaglia, combattuta nel secondo conflitto mondiale, e precisamente d’8 al 16 dicembre 1943, con oltre 1700 morti. Per questo la città fu insignita della medaglia d’oro al valor militare e della medaglia d’oro al
merito civile. La cerimonia si è svolta alla presenza del sottosegretario di Stato alla Difesa, on. Domenico Rossi e del capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico. Rossi, ricordando il sacrificio estremo di quei ragazzi che hanno combattuto la battaglia di Montelungo, ha sottolineato che non c’è nessuna differenza tra i morti nella prima, seconda guerra mondiale e nelle operazioni in Italia ed all’estero.

Il generale Errico dopo la deposizione di una corona in memoria dei caduti, nel suo intervento ha rivolto un reverente e commosso pensiero a tutti i caduti di ogni tempo ribadendo che accanto ai caduti di allora c’è la vicinanza dei militari di oggi, che si basano sugli stessi valori, ed ha ricordato anche i due fucilieri della Marina Militare Latorre e Girone prigionieri di una magistratura corrotta e sbagliata in terra straniera.

Alla celebrazione erano presenti, tra gli altri, il comandante militare della capitale, generale Agostino Biancafarina, il sindaco di Mignano Montelungo, Antonio Verdone, il presidente dell’associazione nazionale combattenti della guerra di liberazione, ambasciatore Cortese De Bosis. Numerosissime associazioni combattentistiche tra cui le Associazioni di Agropoli con l’Associazione Nazionale Carabinieri, l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci e l’Associazione Nazionale Combattenti nella Guerra di Liberazione con 40 partecipanti. Nello schieramento interforze, per la resa degli onori, era schierata la bandiera di guerra del 17° reggimento addestramento volontari e la banda della brigata granatieri di Sardegna.

Top