Alla scoperta del dialetto cilentano: ‘a melògna

Tra gli animali che abitano le aree boschive del Cilento c’è la cosiddetta “melògna”, ovvero il tasso europeo.
Perché in dialetto si utilizza spesso questo termine per indicare il tasso?
“Melogna” ricorda la denominazione scientifica di questo mammifero, che è proprio “meles meles”, probabilmente dal latino “meles” che indica anche la martora, un animale appartenente alla stessa famiglia del tasso comune.

Ma l’origine di questa parola dialettale potrebbe trovarsi anche nel sostantivo greco μῖλαξ (milax) che indica però una pianta sempreverde: il tasso o taxus.

I tassi sono animali notturni che abitano in gran parte dell’Europa e popolano i nostri boschi nei quali trovano rifugio nelle tane che scavano. Sono caratterizzati da un muso a strisce bianche e nere.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!