Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Recuperare e valorizzare i borghi abbandonati: Centola e Roscigno ci credono

Recuperare e valorizzare i borghi abbandonati: Centola e Roscigno ci credono

Parte da Aquilonia un progetto unico di rilancio dei borghi abbandonati.

Parte da Aquilonia un progetto unico di rilancio dei borghi abbandonati.

Sabato 27 febbraio, presso i locali del Museo Etnografico “Tartaglia” di Aquilonia (Avellino), dieci Primi Cittadini campani si sono riuniti per realizzare un progetto unico che riguardi il recupero e la valorizzazione dei Borghi abbandonati.

I sindaci di Centola-Palinuro – comune capofila – Apice, Tocco Caudio, Cerreto Sannita, Melito Irpino, Conza della Campania, Romagnano al Monte, Roscigno, San Pietro Infine e naturalmente Aquilonia, hanno confermato la volontà di portare avanti un’idea del compianto architetto Donato Tartaglia, vero ideatore di questa iniziativa Aquilonese.

L’Assemblea dei Sindaci ha deciso, tra le altre cose, di dar seguito al Protocollo d’Intesa già sottoscritto e di costituire nella prossima riunione, che si terrà ad Apice il prossimo 18 Marzo, un Comitato Tecnico Scientifico a cui sarà affidato il compito di curare tutte le fasi operative del progetto che lo ricordiamo ha l’ambizione di creare un Ponte Ideale che va da Roma a Matera città della cultura.

A fare gli onori di casa è stato il Primo Cittadino di Aquilonia, Giancarlo De Vito, che dopo aver ricevuto le fasce tricolori e rispettive delegazione in Municipio, ha dato inizio ai lavori.

“Recupera e valorizza i nostri Borghi abbandonati”: questo l’intento che farà da linea guida ai prossimi incontri.

Altri contenuti

Top