Emissioni maleodoranti nell'aria: Buonabitacolo dice no all'Intergras - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Emissioni maleodoranti nell’aria: Buonabitacolo dice no all’Intergras

inquinamento_fabbrica

Parere sfavorevole dell’ente valdianese all’autorizzazione integrata ambientale.

Emissioni maleodoranti nell’aria: Buonabitacolo dice no all’Intergras

Parere sfavorevole dell’ente valdianese all’autorizzazione integrata ambientale.

Il comune di Buonabitacolo dice nuovamente “no” all’autorizzazione integrata ambientale per la Intergras. L’azienda è al centro di numerose polemiche per le emissioni maleodoranti nell’aria e il comune valdianese, nella conferenza di servizi tenutasi lo scorso 22 gennaio in Regione Campania ha ribadito la propria contrarietà all’impianto.
“Tali emissioni, purtroppo, nonostante le continue sollecitazioni, i sopralluoghi, le verifiche da parte della autorità competenti non sono mai cessate”, fanno sapere da palazzo di città. “Eppure – spiegano – nel 2009 la Ditta Intergras Srl ottene l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) in quanto il Comune di Buonabitacolo espresse parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione, a condizione che venissero costantemente effettuati ed intensificati i controlli da parte delle autorità sanitarie ed ambientali, nonché assicurato il rigoroso rispetto di tutte le rimanenti norme tese a contenere l’impatto sull’ambiente e sulla salute della popolazione locale. Nonostante questo, anche dopo il rilascio dell’autorizzazione l’impianto di proprietà dell’azienda ha continuato ad emettere odori nauseabondi“.

Di qui la decisione di non concedere parere favorevole considerato anche che “L’insediamento industriale è ubicato in una zona con una media percentuale di urbanizzazione ed è circondato da una pluralità di fabbricati rurali, civili e piccole attività artigianali che accusano fortemente la fastidiosa presenza dell’attività dell’azienda Intergras per le citate emissioni di sostanze maleodoranti”. In definitiva, si teme che l’economia e l’immagine del paese possano essere seriamente compromesse per via delle emissioni maleodoranti provenienti dall’insediamento industriale”.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
tribunale
RFI cita in giudizio il comune Sala Consilina

carabinieri_alcoltest
Controlli per la sicurezza stradale: identificate cento persone. Venti le contravvenzioni

pedibus
A scuola in fila indiana: parte il pedibus

Chiudi