Affare Fatto
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Sapri, odissea sui binari: tre guasti in un giorno

La protesta dei pendolari

SAPRI. Una vera e propria odissea quella vissuta dai pendolari in viaggio da e per Sapri. Nel pomeriggio di ieri una serie di guasti ha creato problemi alla circolazione ferroviaria.

I disagi

Alle 11.05 il traffico è stato bloccato sulla Sapri – Reggio Calabria per un guasto agli impianti di circolazione a Praja a Mare. L’intervento dei tecnici di Rfi è stato repentino: alle 11.45, infatti, la circolazione era già ripresa anche se con ritardi fino a 30 minuti dei convogli in viaggio.

Un ulteriore problema si è presentato nel pomeriggio con un guasto tra Praja – Ajeta – Tortora a Maratea. Dalle 17.20 nuovi ritardi e nuovo intervento dei tecnici. E’ trascorsa un’ora e mezza prima che la circolazione potesse tornare alla normalità con i treni che hanno fatto registrare su tutta la linea fino a 60 minuti di ritardo. Tutto risolto? No, perché in serata un nuovo problema. Dalle 20 rallentato il traffico per un inconveniente tecnico accaduto questa volta ad un treno passeggeri nazionale, fermo a Scalea – Santa Domenica Talao. Anche in questo caso si sono registrati ritardi e la circolazione è tornata normale soltanto alle 21.20.

La protesta dei pendolari

Ferma la protesta dei pendolari. “Per raggiungere Sapri ho impiegato un’ora in più del normale e al ritorno ho accumulato un’altra mezz’ora di ritardo”, accusa un pendolare. “Comprendiamo i guasti tecnici – dice un viaggiatore – ma sembra che questi episodi sulla linea si verifichino quasi con regolarità e se a ciò si aggiunge il tipo di treni regionali in cui viaggiamo, il trasporto ferroviario diventa un vero e proprio inferno”.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito