Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Attualità

Agropoli e Capaccio: preoccupazione per nuovi arrivi di migranti

Agropoli e Capaccio: preoccupazione per nuovi arrivi di migranti

Polemiche dei residenti dei due centri costieri

Polemiche dei residenti dei due centri costieri

L’arrivo dei migranti continua ad essere accolto con diffidenza da parte dei cittadini. Così le voci che insistentemente si susseguono circa nuove presenze sul territorio stanno creando malumori ad Agropoli così come a Capaccio Paestum.

Nel primo caso già da alcune settimane circola con insistenza la notizia che un gruppo di richiedenti asilo sarà ospitato presso un noto albergo nelle vicinanze del centro cittadino e del borgo antico. Le paure dei residenti della zona sono cresciute in seguito all’annuncio che il comune di Agropoli, tramite il Piano di Zona S8, ha aderito al progetto Sprar per l’accoglienza di profughi.
Ciò garantisce ai comuni che non vi siano arrivi indiscriminati ma soprattutto l’applicazione di una clausola di salvaguardia di 3,3 migranti ogni mille abitanti.

Al momento ci sarebbe già la disponibilità ad accogliere i profughi da parte del proprietario di una struttura ricettiva. Tuttavia da palazzo di città chiedono di verificare se nella clausola di 3,3 migranti ogni mille abitanti si ricomprendono quelli che sono già sul territorio, attualmente ospitati in una struttura di località Mattine. In tal caso Agropoli sarebbe chiamata ad ospitarne ben pochi.

Situazione non diversa a Capaccio Paestum. La notizia che circa un centinaio di richiedenti asilo possa arrivare a Torre di Mare, località balneare del comune, sta creando numerose polemiche. Anche in questo caso ci sarebbe la disponibilità da parte del proprietario di una ex struttura ricettiva ad accogliere i rifugiati, ma residenti ed operatori turistici hanno inviato una nota al prefetto chiedendo di scongiurare l’arrivo di immigrati in una zona turistica. A placare gli animi il sindaco Italo Voza che ha ricordato come a Capaccio Paestum ci siano già tre centri d’accoglienza che ospitano in complesso quasi 300 richiedenti asilo. Per questo il comune non potrebbe accoglierne altri.

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Correlati

Popolari

Top