Centrale Biomasse a Capaccio, il Tar conferma lo stop

Impianto a biomasse a Capaccio: ieri la decisione al Tar sul ricorso del Comune contro il Consiglio dei Ministri

Il Tar di Salerno, nella giornata di ieri, ha definitivamente sancito la sospensione di ogni procedura di autorizzazione dell’impianto della Biocogein da parte della Regione Campania. La decisione riguardava il ricorso del Comune di Capaccio contro l’autorizzazione rilasciata lo scorso 8 gennaio dal Consiglio dei Ministri alla Biocogein per la costruzione dell’impianto.

I giudici amministrativi hanno preso atto sia delle motivazioni del ricorso proposto dal Comune di Capaccio contro la decisione del Consiglio dei Ministri che della novità rappresentata dall’emendamento alla legge di stabilità varata poche settimane fa dal Consiglio regionale della Campania.

In attesa che tutte le pendenze relative alla proprietà su cui dovrebbe sorgere l’impianto siano definite, la procedura amministrativa è sospesa e ogni decisione rinviata. Anche per il merito del ricorso proposto dal comune si dovrà attendere ancora.

Inoltre, il Tar si è riservato di riunire gli ormai numerosi ricorsi in unico procedimento.

‘iter giudiziario si conferma complesso e lungo da definire e questo sembrerebbe allontanare ancora l’ipotesi di realizzazione dell’impianto.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Paola Desiderio

Inizia a scrivere per quotidiani locali nel 1999. Nel 2002 fonda Paestum.it, il primo giornale on line del Cilento, che guida come direttore responsabile fino al 2010. Ha collaborato alla stesura di opuscoli e di guide turistiche ed enogastronomiche Si occupa di uffici stampa per enti pubblici ed eventi. Dal 2001 collabora con il quotidiano il Mattino, nel 2014 ha fondato il portale turistico InPaestum. E naturalmente collabora con Infocilento.