Polisportiva Santa Maria, presentate le maglie da gioco con il logo del Parco Nazionale del Cilento

Il Presidente della Polisportiva Santa Maria: "Iniziativa che ci inorgoglisce, già dalla prossima partita in casa contro il Ragusa indosseremo questa maglia"

Giornata importante per la Polisportiva Santa Maria quella di oggi, in attesa di scendere in campo domenica al “Carrano” contro il Ragusa, nel dodicesimo turno del girone I di Serie D. Si è tenuta, infatti, nella cittadina cilentana che ospitò “Benvenuti al Sud”, a Villa Matarazzo, la presentazione delle nuove divise da gioco della squadra giallorossa capeggiata dal presidente Francesco Tavassi, presente all’evento con il consigliere comunale Giammarco Rodio.

Polisportiva Santa Maria, presentate le maglie da gioco con il logo del Parco

Sulla divisa di gioco della truppa cilentana, prossima ai 90 anni di storia la “Primula Palinuri”, ovvero il simbolo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. All’evento, che rientra nell’iniziativa un “Parco D’Amare”, ha partecipato anche il presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino.

Le parole in conferenza stampa del presidente giallorosso Francesco Tavassi

Questa iniziativa ci inorgoglisce molto, non solo come società calcistica ma anche come territorio, il simbolo del Parco Nazionale del Cilento sulle nostre maglie ci riempie di gratificazione e responsabilità. Già dalla prossima partita in casa contro il Ragusa la indosseremo con rispetto e con la speranza che ci porti subito fortuna. L’obiettivo è quello di risvegliare il cuore della gente, la loro passione verso questi colori e solo lavorando in sinergia ci si potrà riuscire“.

Il commento del presidente del Parco Nazionale del Cilento Tommaso Pellegrino

Sono contento di essere qui da tifoso del Santa Maria, Castellabate è il cuore del Cilento e qui c’è un presidente con la P maiuscola che sta compiendo un grande lavoro dalla prima squadra ai tanti piccoli ragazzi di questa terra. Oggi con questo logo i calciatori in campo avranno una responsabilità in più, rappresentare non solo Castellabate ma un territorio ben più vasto e unito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare anche