Cronaca

Emergenza maltempo ad Eboli: si fa la conta dei danni

In centro e nelle zone periferiche della città di Eboli, quella che sta volgendo al termine è stata una giornata difficile e complicata dal punto di vista dell’emergenza meteorologica.

Allagamenti, frane, smottamenti. Le zone collinari di sono quelle che hanno subito più danni in assoluto e ripercussioni ancora in essere a causa del maltempo.

Maltempo e danni ad Eboli: la situazione

In località Santa Croce di Eboli i garage di una grande cooperativa condominiale sono stati completamente invasi dall’acqua per uno smottamento a monte provocato dal maltempo. I danni provocati dal maltempo ammontano a migliaia di euro e a lavoro con ogni mezzo possibile, i residenti della zona e i proprietari dei garage. In malora è andata ogni cosa.

Prevedevo che prima o poi potesse succedere qualcosa di grave – racconta amareggiato Carmine -. Dal mio garage dovrò portare via tutto e buttare ogni cosa, ogni oggetto. Ho perso tutto ciò che negli anni ho custodito”.

Un garage utilizzato come grande ripostiglio per la sua abitazione e dunque come deposito per il cambio di stagione, per custodire utensili da lavoro, per conservare materiale e strumenti musicali, ha subito notevoli danni a causa del maltempo

Tra gli scatoloni ormai inzuppati di acqua e detriti, inutilizzabili, ci sono anche quelli che custodivano le decorazioni natalizie e che da qui a poche settimane sarebbero serviti per allestire, in casa, l’albero, con le palline di colore rosso e oro. Tutto praticamente è andato in malora e portato via dalla furia dell’acqua. Compresi i pastorelli del presepe.

Il dissesto idrogeologico

Una frana abbastanza seria si è registrata in località Cozzolini dove parte della collina ha portato giù a valle fango e detriti.

Sul posto uomini e mezzi del Nucleo comunale della Protezione Civile e gli agenti della Polizia Municipale del capitano Mario Dura.

In Via Petrarella è stato dichiarato il dissesto idreogeologico. A lavoro per verificare i danni provocati dal maltempo tecnici comunali e forze dell’ordine.

In località Sant’Antonio nei pressi degli ex campetti della scuola calcio Nagc Pezzullo la furia dell’acqua ha portato via un muro di contenimento. Detriti e fango, acqua e terra sono scesi a valle fino a creare disagi alla circolazione in via Paparone.

Decine sono state per tutta la giornata le segnalazioni di danni provocati dal maltempo inoltrate al Comando della Polizia Municipale. Tantissimi gli interventi di manutenzione ordinaria per tombini che si sono sollevati a causa della pressione idrica e per allagamenti di strade.

Condividi
Pubblicato da