Cani da caccia finiscono in un dirupo: inutili i soccorsi

L'episodio è avvenuto a Sacco durante una battuta di caccia al cinghiale

Cadono in un dirupo durante la caccia al cinghiale. Inutili i soccorsi. Le vittime non sono dei cacciatori, bensì i loro cani da caccia, dei segugi maremmani, tragicamente deceduti nonostante i soccorsi dei carabinieri forestali e dei vigili del fuoco.

Cani da caccia in un dirupo: l’episodio

L’episodio è avvenuto nei pressi del Ponte di Sacco, dove soltanto qualche settimana fa una donna è morta precipitando nel vuoto.

Due selecontrollori, degli agricoli del posto, si trovavano insieme ai loro cani tra la fitta vegetazione quando gli animali, forse perché attaccati da un branco di cinghiali, sono caduti in un dirupo nel tentativo di sfuggire ai predatori.

Sono stati gli stessi cacciatori a dare l’allarme una volta accortisi di quanto accaduto. Sul posto i carabinieri forestali di Valle dell’Angelo che a loro volto hanno allertato i vigili del fuoco. I caschi rossi sono riusciti ad intervenire alcune ore dopo ma quando hanno raggiunto i segugi purtroppo per gli animali non c’è stato nulla da fare.

Entrambi i cani sono morti a causa della gravità delle ferite riportate nella caduta. Gli animali nel finire nel vuoto hanno urtato rocce e vegetazione prima di impattare violentemente con il terreno sottostante. L’incidente è avvenuto nella mattinata di ieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.