Iniziata la stagione delle caretta caretta in Cilento. Intervista alla referente, Roberta Teti | VIDEO

Ecco l'intervista realizzata alla referente sul territorio per il monitoraggio delle tartarughe

La stagione estiva è alle porte e da oggi si apre ufficialmente il periodo della nidificazione delle tartarughe caretta caretta. Da questa mattina, infatti, i volontari delle associazioni inizieranno il monitoraggio della costa campana alla ricerca di tracce di nidi di tartarughe marine.

Tartarughe Caretta caretta: al via il monitoraggio della costa

Gran protagonista il Cilento che lo scorso anno ha fatto registrare un vero e proprio record con circa 50 nidificazioni, per gran parte lungo la costa tra Castellabate e Camerota.

Questo tratto di litorale sarà oggetto di costante controllo da parte dei volontari, pronti a segnalare agli esperti della stazione zoologica Anton Dohrn l’eventuale presenza di tracce sulla sabbia.

I nidi, una volta individuati, verranno segnalati e tutelati fino alla schiusa delle uova.

Le attività dei volontari

Sono decine i volontari che si affiancano all’Enpa per il controllo della costa. Negli ultimi anni, per la tutela dei nidi di tartarughe caretta caretta, è stata avviata anche una intensa campagna di sensibilizzazione dedicata ai cittadini e ai titolari di stabilimenti balneari.

Abbiamo intervistato, la referente sul territorio, Roberta Teti, che ha rilasciato un’intervista alle nostre telecamere e ci ha raccontato come avviene il monitoraggio e le operazioni di schiusa. Guarda l’intervista.

Pure i comuni si stanno mostrando sempre più sensibili alla tutela di questa specie; alcuni – come Ascea – stanno offrendo supporto ed ospitalità ai quanti contribuiscono al controllo del litorale cilentano durante il periodo estivo.

CONTINUA A LEGGERE

Roberta Foccillo

Da sempre appassionata di comunicazione, con una particolare passione per i video, conduco programmi tv e radio, amo scrivere e mi occupo di tutto quello che di interessante c'è nel mio amato Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente