Agropoli: 66 anni fa, la posa della “prima pietra” della scuola Gino Landolfi

Era il 21 Gennaio del 1956, alla cerimonia, oltre all'allora sindaco di Agropoli, Vincenzo Urti, anche diverse autorità locali

Ricorre oggi l’anniversario della posa della “prima pietra” della Scuola Elementare Gino Landolfi di Agropoli. Il 21 gennaio 1956, infatti, iniziavano i lavori per i locali che accolgono i bambini della scuola primaria.

Testimonianza del Professore Vincenzo Urti, allora Sindaco di Agropoli: “Da tutti i balconi di corso Garibaldi, piazza V. Veneto e Via Piave, sventolavano bandiere, mentre venivano diffusi a mezzo di altoparlanti inni patriottici”.

Alle 10.30, si tenne la cerimonia per la posa della “prima pietra” del nuovo edificio che avrebbe ospitato la Scuola Elementare di Agropoli.

Oltre all’Onorevole Maria De Unterrichter Jervolino, Sottosegretario di Stato alla Pubblica Istruzione, con delega per le scuole elementari, materne, per le antichità e belle arti, per le accademie e le biblioteche, presenziarono la cerimonia il Prefetto di Salerno, Mondio; il Provveditore agli Studi, De Joanna; il Soprintendente alle Antichità di Salerno, Sestrieri; numerose autorità civili, militari ed ecclesiastiche.

Il Sindaco di Agropoli, Vincenzo Urti, fece gli onori di casa. Mentre Mons. Carmelo Merola benedì la prima pietra, che racchiudeva una pergamena contenente un messaggio augurale.

La madrina della cerimonia fu la Maestra Tisbe Abbondati Benincasa, che per quarant’anni aveva insegnato nella Scuola Elementare di Agropoli. L’edificio scolastico sarà inaugurato in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 1959/60.

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Apicella

Editore di libri Turistici e Storici. Scrittore e ricercatore di storia locale. Tra le numerose iniziative culturali-sociali da annoverare: l'idea progetto per la realizzazione del Parco Archeologico nel Borgo Antico di Agropoli, di un Museo Civico nel Castello Greco-Bizantino e di un Parco Fluviale nel Fiume Testene. Da sottolineare, l'importante ricerca storico-religiosa sulla presenza di San Francesco d'Assisi ad Agropoli. Nel 2000 ha fondato l'Associazione Sbandieratori Agropolesi. E' amministratore di numerose pagine “Facebook” di promozione turistica, storica e per il tempo libero.

Sostieni l'informazione indipendente