Padula: ultimo Consiglio Generale del 2021 della Comunità Montana Vallo di Diano

Nell'ordine del giorno anche il progetto ferroviario dell'altra velocità Salerno/Reggio Calabria

Si è svolto ieri a Padula l’ultimo Consiglio Generale anno 2021 della Comunità Montana Vallo di Diano. Sette i punti all’ordine del giorno, approvati tutti all’unanimità.

1.Approvazione verbali sedute precedenti

2.Variazione al Bilancio di previsione finanziario 2021/2023 e rendiconto di gestione esercizio finanziario 2020

3.Variazione al Bilancio di previsione finanziario 2021/2023 ratifica della deliberazione di Giunta comunitaria n.66 del 06/12/2021 adottata ai sensi dell’art. 175, comma 4, del d.lgs. n. 267/2000 rendiconto di gestione esercizio finanziario 2020

4.Revisione periodica delle partecipazioni pubbliche ex art. 20 del dilgs. n. 175/2016 e ss.mm.ii. – ricognizione partecipazione possedute al 31/12/2021

5.Adeguamento programma triennale delle OO.PP. 2021/23 – annualità 2021

6.Richiesta alla Regione Campania di inserimento del Comune di Pertosa tra i Comuni membri della Comunità Montana Vallo di Diano;

7.Progetto ferroviario dell’alta velocità Salerno/Reggio Calabria. Determinazioni.

Sull’ultimo punto all’ordine del giorno, Francesco Cavallone, Presidente dell’Ente Montano, ha così sintetizzato le iniziative dei Sindaci. “Abbiamo detto più di una volta che l’AV è una svolta per il nostro territorio. Abbiamo deciso all’unanimità di sostenere -come già formalizzato in precedenza- il passaggio della linea con una fermata nel Vallo di Diano e le dovute interconnessioni. Inoltre è stato deciso di dare vita ad un Comitato pro AV di cui presto daremo pubblico annuncio per l’adesione con apertura a tutte le forze sociali del Comprensorio. Questi dovrà contribuire a sostenere la realizzazione della linea ferroviaria”. ​

CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Un commento

  1. L’alta velocità non attraverserà il Vallo di Diano, anche perché verrebbe escluso da questo servizio Pestum.

Sostieni l'informazione indipendente