Fusione U.S. Agropoli – Gelbison? Rabbia dei tifosi: “Noi siamo la storia”

"La storia del calcio in Campania l'abbiamo fatta noi. Non sarà possibile inglobare l'Agropoli in qualche comprensorio

Ipotesi di una fusione tra Gelbison (prima in classifica in Serie D ma impossibilitata a giocare a Vallo della Lucania in caso di promozione in C) e U.S.Agropoli. Questa l’ipotesi che sembrerebbe caldeggiata da alcune persone vicine alle due società che ha mandato su tutte le furie i tifosi dei delfini. Il Collettivo Tifosi Agropolesi ha voluto pubblicare una nota nella quale chiarisce la propria posizione.

«Da troppi giorni, ormai, sentiamo il susseguirsi di voci e indiscrezioni che vanno a minare il valore e l’importanza della storia dell’US Agropoli. Fin quando ci saremo noi non sarà mai possibile inglobare l’Agropoli in qualche comprensorio di periferia. La nostra società detiene la matricola più antica di tutta la regione Campania. 100 anni di storia vissuti tutti d’un fiato e non con titoli acquistati. La storia del calcio in Campania l’abbiamo fatta noi», evidenziano i tifosi.

Il collettivo ricorda come anche senza un presidente e con poche risorse, l’U.S.Agropoli è stata portata avanti. «In questo momento – sottolineano – siamo enormemente grati alla nuova società insediatasi in estate ma questo messaggio è rivolto a chiunque crede di poter manipolare l’US Agropoli anche a distanza. Non ci fermeremo di fronte a niente per difendere la nostra storia», concludono i sostenitori dei delfini. Per loro, insomma, meglio una categoria inferiore con poche risorse, che il professionismo, se questo significa cancellare la storia.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Costabile Pio Russomando

Studente universitario, iscritto alla facoltà di Lettere, inizia l'attività di giornalista nel 2013, collaborando con alcuni mensili cilentani e occupandosi dell'organizzazione di eventi sul territorio.