Covid in Cilento: aumentano i casi tra i sanitari

Aumento dei contagi contenuto. La situazione covid nel Cilento non desta preoccupazione

Resta sotto controllo la situazione covid nel Cilento. Nessun dato allarmante anche se, nelle ultime ore, si sta registrando un aumento di contagi a Camerota, per ora contenuto. Sono in totale 15 i positivi, due in più di ieri; 12 sono a Marina di Camerota, 3 al Capoluogo. Nella frazione costiera chiuse le scuole e il palazzetto dello sport.

Calano a 43, invece, i contagiati nel vicino comune di Centola. Un nuovo caso a Montano Antilia, si tratta di una giovane di Abatemarco; chiuse le scuole a scopo precauzionale ma nessun allarme nel centro montano.

Intanto si è registrato un nuovo contagio anche al “San Luca” di Vallo della Lucania, si tratta di Angela Di Pizzo, infermiera in servizio presso il pronto soccorso, prima operatrice sanitaria ad essersi vaccinata contro il covid quasi un anno fa. La giovane infermiera però sta bene e le sue condizioni non destano preoccupazione.

Non è l’unica ad essere stata contagiata dal virus nel San Luca. Il maggior numero di casi nel reparto di malattie infettive.

Questo dato conferma due elementi: il vaccino funziona ma non ha un’efficacia perenne. Pertanto molti sanitari che hanno ricevuto l’inoculazione delle dosi un anno fa ora hanno perso parte della copertura vaccinale.

Ecco perché sono già iniziate le somministrazioni della terza dose.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Costabile Pio Russomando

Studente universitario, iscritto alla facoltà di Lettere, inizia l'attività di giornalista nel 2013, collaborando con alcuni mensili cilentani e occupandosi dell'organizzazione di eventi sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.