Condotta del Faraone: “5 Stelle prendono meriti che non hanno”

Presto interventi sulla condotta del Faraone per risolvere la crisi idrica nel Cilento. L’iter procede spedito come ha annunciato il senatore Francesco Castiello (leggi qui). Ma da parte di Consac, la società che gestisce la rete idrica, arriva una presa di posizione volta a chiarire le reali competenze sul caso.

«Io ho molto rispetto dei miei interlocutori, rispetto l’impegno delle persone motivate e preparate come il sen. Castiello, ma la mistificazione della realtà, nel rispetto di chi lavora veramente invece, è qualcosa che si può tollerare fino ad un certo punto». Così replica Simone Valiante, presidente di Consac IES, società consorella di Consac Gestioni Idriche.

«Consac sta realizzando importanti investimenti infrastrutturali sulla condotta del Faraone – osserva Valiante – Come ha fatto in passato, al punto che il sistema di depurazione della nostra costa è uno dei più moderni ed avanzati del Paese, grazie al lavoro di tecnici e amministratori, ma il Movimento 5 stelle e chi lo rappresenta con tutta franchezza non ha nessun ruolo in questa vicenda. Carnevale è a febbraio», conclude.

«Tanta propaganda e cattiva informazione. Il primo lotto del Faraone, in fase di esecuzione, è stato finanziato dalla Regione Campania per 5 milioni di euro – precisa invece il presidente di Consac Gestioni Idriche Gennaro Maione – Un secondo lotto, di 6 milioni di euro, è stato ammesso a finanziamento dall’ARERA nell’anno 2018. Quindi i lavori in corso sul faraone sono stati finanziati dalla Regione, quelli da assegnare con decreto sono stati finanziati nell’anno 2018 (aprile – governo Gentiloni). Quindi sia i progetti che i finanziamenti risalgono a qualche anno fa».

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.