Cilento e Diano: sale il livello dei fiumi: mai così da 4 anni

I livelli di Sele e Tanagro non raggiungevano tale portata dal periodo precedente al 2017. I dati fanno ben sperare

Nella giornata dell’18 gennaio 2020 i principali fiumi della Campania registrano livelli idrometrici inferiori a quelli della settimana scorsa in 26 delle 29 stazioni di riferimento a causa della progressiva diminuzione delle precipitazioni, al punto da invertire la tendenza della settimana precedente. Netto calo anche per il Sele e il Tanagro. Ma i dati idrometrici di giornata di tutti i principali fiumi della regione sono largamente superiori alla media del quadriennio 2017-2020.

Il Sele riduce i suoi livelli rispetto alla scorsa settimana, in particolare ad Albanella: 156 centimetri in meno nel giro di in una settimana. Il fiume presenta tutte le principali stazioni idrometriche con valori superiori alla media del quadriennio precedente, tranne Contursi, con Albanella che ha toccato i +34 centimetri sulla media del periodo.

Il Tanagro cala di 117 centimetri a Sicignano degli Alburni rispetto alla settimana precedente ma fa segnare un +105 rispetto all’anno precedente (addirittura +116 a Sala Consilina).

Il Calore Lucano, invece, fa registrare un -7 ad Albanella rispetto ad un anno fa.

Per quanto riguarda gli invasi, la diga di Piano della Rocca su fiume Alento ha raggiunto i 24,8 milioni di metri cubi e contiene il 100% della sua capacità, stabile sulla settimana precedente e con un volume superiore di quasi il 51,3% rispetto ad un anno fa

CONTINUA A LEGGERE
blank

Costabile Pio Russomando

Studente universitario, iscritto alla facoltà di Lettere, inizia l'attività di giornalista nel 2013, collaborando con alcuni mensili cilentani e occupandosi dell'organizzazione di eventi sul territorio.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it