Botti di capodanno: in Cilento e Vallo di Diano altri comuni li vietano

Arrivano i provvedimenti per salvaguardare la salute di persone e animali ed evitare assembramenti

Aumenta l’elenco dei comuni che hanno scelto di vietare i fuochi pirotecnici in vista del capodanno. Già nei giorni scorsi erano arrivate le ordinanze dei sindaci di Agropoli, Torchiara e Sant’Angelo a Fasanella.
I provvedimenti sono legati a salvaguardare la salute pubblica e quella degli animali che risentono maggiormente dell’esplosione dei botti. Ora a questi comuni se ne aggiungono altri.

blank

Pollica ha vietato fino al 7 gennaio l’utilizzo di fuochi, petardi, mortaletti e razzi. Ciò anche al fine di evitare assembramenti. Stesso provvedimento è stato firmato dai sindaci di Casalbuono, Roccadaspide e Padula.

Altri amministratori si aggiungeranno nelle prossime ore per bloccare questa tradizione nell’ultimo giorno dell’anno che in realtà, nonostante le ordinanze, resta comunque diffusa.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Costabile Pio Russomando

Studente universitario, iscritto alla facoltà di Lettere, inizia l'attività di giornalista nel 2013, collaborando con alcuni mensili cilentani e occupandosi dell'organizzazione di eventi sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it