CalcioSerie DSport

Gelbison: pari e patta al “Morra” con il Rende

Alo stadio " Giovanni Morra" si affrontavano per la terza giornata del gruppo I di Serie D la Gelbison e i calabresi del Rende

Seconda gara interna in campionato per la Gelbison, che nel pomeriggio di oggi con start fissato alle ore 15:00 giocava allo stadio “Morra”. I cilentani, reduci dallo scivolone con il San Luca, affrontavano nel terzo turno del gruppo I di Serie D il Rende. I calabresi, invece, arrivano freschi a questa gara visto il rinvio di sette giorni fa della gara contro la Cittanovese. La sfida, diretta dal sig. Mastrodomenico della sezione di Policoro, vede una generosa Gelbison alla ricerca della vittoria, con un Rende chiuso alla difesa della sua porta. Termina senza reti, nonostante la tante mole di gioco prodotta dai cilentani. Ferazzoli, nella gara odierna. dava spazio, dal primo minuto a D’Agostino tra i pali con Romano, Mautone, De Gregorio e Montuori nel pacchetto arretrato. Pipolo, Graziani e Uliano agiscono in regia con Maiorano, Tedesco e Gagliardi in avanti.

Il primo tempo di Gelbison-Rende

Parte bene la Gelbison, che al primo minuto prova subito ad impensierire Quintero, portiere classe 2000 degli ospiti. I padroni di casa con un ispirato Tedesco, creano una buona occasione all’ottavo, ma nessuno raccoglie il traversone della punta vallese. Dopo meno di un minuto Gagliardi, servito ancora da Tedesco, non colpisce in maniera precisa senza inquadrare cosi lo specchio della porta. I locali, al 12′, ci riprovano con Uliano direttamente da piazzato, Quintero è bravo nell’occasione a rifugiarsi in angolo. Gelbison vicina al vantaggio ancora al 20′ sull’asse Tedesco-Gagliardi, con il nuovo centravanti rossoblù che manca di poco il punto dell’uno a zero. Tempo 6 minuti e Quintero è costretto ancora all’intervento, stavolta sul tiro di Maiorano, mentre al 29′ chiude alla grande su Tedesco. Al 31′, su punizione dal limite, Uliano pesca Gagliardi che di testa mette sopra la traversa. Prima di rientrare negli spogliatoi, al 40′, la Gelbison ci riprova grazie ad un guizzo di De Gregorio, ma il Rende chiude sventando la minaccia.

La ripresa

La seconda frazione si apre sulla falsa riga della prima, con la Gelbison in attacco e un Rende guardingo. Al 6′ prima timida occasione per i calabresi con Cipolla, che calcia al lato dalla porta di D’Agostino. All’undicesimo però gli ospiti restano in 10, per il rosso inflitto dal direttore di gara a Miceli che lascia cosi per oltre mezzora i suoi sotto di un uomo. Al 14′ Tedesco, su punizione, trova attento Quintero, mentre al 12′, sul fronte opposto, Falzetta spedisce sul fondo. Al 20′ primo tentativo di Stancarone, entrato nel corso della ripresa, il parziale però resta inchiodato sullo zero a zero. Alla mezzora Romano serve Gagliardi con Quintero costretto alla respinta, e a distanza di pochi secondi Tedesco centra il palo, con un tiro dalla media distanza. Col passare dei minuti la morsa rossoblù sembra perdere un pizzico di intensità, con un match che si trascina verso il pari definitivo a reti bianche.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it