Majestic
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Ecco come sarà il “nuovo” ospedale di Agropoli

Domani il taglio del nastro alla presenza del presidente De Luca

AGROPOLI. Come anticipato ieri (leggi qui) è slittata di 24 ore la riapertura dell’ospedale civile di Agropoli, o meglio l’avvio dei servizi previsti nell’ambito di un programma di potenziamento del nosocomio. Inizialmente previsto per oggi, il simbolico taglio del nastro è stato rinviato a domani (ore 10). In città arriverà anche il Governatore Vincenzo De Luca per un sopralluogo nella struttura, accompagnato dai vertici dell’Asl, del Dea di Vallo della Lucania – Agropoli, e dai rappresentanti locali delle istituzioni (Franco Alfieri sindaco di Capaccio Paestum, Adamo Coppola, primo cittadino di Agropoli e con lui l’assessore Rosa Lampasona che come delegata alla sanità ha seguito da vicino in questa fase le sorti del presidio ospedaliero agropolese).

Ospedale di Agropoli: il pronto soccorso

Oggi sono in corso gli ultimi interventi di sistemazione e allestimento della struttura che avrà a disposizione un pronto soccorso attivo h24 dove saranno presenti anche rianimatori e un cardiologo. Anche radiologia e laboratorio di analisi resteranno attivi per l’intera giornata.

Sale operatorie e day surgery

Presenti due sale operatorie per piccoli interventi chirurgici e altrettante sale risveglio. Collegato alle sale operatorie sarà il reparto day surgery, o “chirurgia di un giorno” che rappresenta la modalità clinico-organizzativa per effettuare interventi chirurgici o procedure diagnostiche o terapeutiche invasive, in regime di ricovero limitato alle sole ore del giorno, in anestesia generale, loco-regionale o locale.

Saranno eseguibili in sicurezza interventi senza necessità di una osservazione post-operatoria prolungata. Nel reparto con 12 posti letto saranno garantite, inoltre, le prestazioni propedeutiche e successive all’intervento oltre che l’assistenza medico-infermieristica e la sorveglianza infermieristica fino alla dimissione.

Terapia intensiva e reparto covid

Sarà attivo, inoltre, un reparto di terapia intensiva con sei posti letto. Altri 29 posti saranno per il reparto covid, divisi tra terapia intensiva, subintensiva e degenza. Tutti i reparti sono già stati completati. Restano alcuni interventi per il day surgery, in particolare il completamento della pavimentazione in pvc che non dovrebbe essere completato per domani.

L’investimento per l’ospedale di Agropoli

Per l’ospedale di Agropoli è stato fatto un investimento di quasi 2 milioni di euro tra attrezzature e interventi strutturali. C’è chi critica la Regione sostenendo che la riapertura dell’ospedale abbia unicamente fini elettorali. I sindacati, inoltre, ritengono che nonostante la riapertura-potenziamento il personale a disposizione non sia sufficiente e il ricorso a consulenze non fa altro che aumentare le spese e di conseguenza limitare la redditività della struttura.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

4 commenti

  1. Con le consulenze dai costi molto alti,il “governatore” farà la sua campagna elettorale a costo zero con i soldi di noi cittadini.Ma almeno fosse un vero ospedale capace di salvare veramente, non è altro che un ambulatorio attrezzato per poter intervenire per un’unghia incarnita o al più togliere un callo.Ma ci si rende conto di quello che sono capace questi sciacalli con i soldi pubblici?

  2. Ci si ostina a chiamarlo “Ospedale” ma dov’è ? E’ soltanto un ambulatorio di passaggio per raggiungere gli altri “Ospedali” degni di questo nome.Quest’ambulatorio, oramai da diversi anni, viene ed è stato usato, dai “magnifici tre” De Luca, Alfieri e Coppola ,come palco per i comizi elettorali nella speranza di racimolare qualche voto,ma adesso penso proprio che sia finita questa “iacuvella”.Iatevenneee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it