AttualitàCilento

Omignano: dieci ore senza corrente. Disagi per i cittadini

Rabbia dei cittadini ma il sindaco chiarisce i motivi del problema

OMIGNANO. Dieci ore di buio. Un’interruzione programmata da parte dell’Enel si è protratta più di quanto i cittadini potessero immaginare, determinando enormi disagi. La corrente è stata tolta intorno alle 10 ed è ritornata soltanto alle 22. Sebbene l’azienda avesse informato la cittadinanza dell’interruzione del servizio, nessuno poteva pensare che lo stop proseguisse fino a notte.

Omignano senza corrente, i disagi

Diverse abitazioni sono rimaste senza acqua calda e riscaldamenti, impossibilitati ad utilizzare elettrodomestici o ogni altro congegno funzionasse con energia elettrica. I problemi maggiori li hanno fatti registrare le attività commerciali costrette a chiudere. Per gli alimentari il rischio che i prodotti da frigo subissero danni. Con il calare del buio anche la pubblica illuminazione è rimasta spenta e le strade sono rimaste deserte.

Le polemiche

La protesta dei cittadini nasce per il modo in cui è stato gestito il disservizio da parte dell’azienda che si occupa la rete elettrica. “Sarebbe stato opportuno fornire un generatore per ovviare al problema”, fanno sapere alcuni cittadini. Non mancano accuse anche all’amministrazione comunale: “Come sempre è rimasta passiva, disinteressata di fronte alla privazione di un bene essenziale”.

I chiarimenti del Comune

“L’interruzione dell’energia elettrica programmata ed attuata ieri al Capoluogo da Enel è stata determinata dalla necessità di sostituire con somma urgenza alcuni apparati elettrici malfunzionanti nella cabina di trasformazione presente nell’abitato che rischiavano di creare un cortocircuito con conseguente blackout e pericolo di incendio – ha spiegato il sindaco Raffaele Mondelli – L’ interruzione era programmata con inizio dalla mattinata e termine nel tardo pomeriggio. Purtroppo per esigenze sanitarie rese note solo nella mattinata di ieri ho dovuto far sospendere momentaneamente la interruzione per consentire ai vigili del fuoco di fornire all’ammalato un gruppo elettrogeno idoneo allo scopo prima della interruzione al fine di evitare pericoli per la salute dell’ammalato”.

Ecco perché le operazioni, non rinviabili ad altro giorno, sono iniziate nel pomeriggio e l’energia elettrica è stata ripristinata intorno alle 21. “Purtroppo c’è stato un notevole disagio dei cittadini ma gli stessi, una volta conosciute le motivazioni, hanno mostrato alto senso civico – conclude Mondelli – Mi corre l’obbligo di esternare un riconoscimento agli operatori Enel che hanno lavorato fino a tarda sera col buio per ripristinare il tutto.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Costabile Pio Russomando

Studente universitario, iscritto alla facoltà di Lettere, inizia l'attività di giornalista nel 2013, collaborando con alcuni mensili cilentani e occupandosi dell'organizzazione di eventi sul territorio.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it