Affare Fatto
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Agropoli, problema riscaldamenti alla scuola materna: problema in via di risoluzione

A segnalare i disagi era stato il consigliere Gisella Botticchio

AGROPOLI. Il problema del riscaldamento presso l’ex asilo delle suore è in via di risoluzione. Lo fanno sapere dal Comune di Agropoli, rispondendo alle perplessità del consigliere comunale Gisella Botticchio. Quest’ultima aveva effettuato un sopralluogo presso la scuola materna di Piazza della Repubblica costatando alcuni disagi: disservizi nei bagni dei docenti e problematiche nell’impianto di riscaldamento (leggi qui).

Questa mattina il consigliere Gisella Botticchio si è recata in comune insieme a due rappresentanti dei genitori e gli uffici comunali hanno dato ampie rassicurazioni sull’immediata esecuzione di interventi per risolvere le problematiche riscontrate. Al contempo la dirigente scolastica del Primo Circolo Didattico, Anna Vassallo (responsabile per l’istituto), ha inviato una missiva al consigliere comunale, invitandola ad effettuare un sopralluogo nei vari plessi scolastici di competenza al fine di fornire “una visione completa ed esaustiva delle reali condizioni degli ambienti scolastici”.

L’invito è stato accolto: il neo consigliere comunale ha assicurato che nei prossimi giorni visiterà gli istituti, intanto incassa il suo primo risultato da consigliere comunale.

Tags

2 commenti

  1. Ero presente anch’io all’incontro in comune e sono emersi altri aspetti importantissimi.
    Stamattina insieme al consigliere comunale Gisella Botticchio e tre mamme siamo state dal sindaco per discutere della situazione dell’asilo in piazzetta e dei riscaldamenti al liceo scientifico. Appena sono entrata nell’ufficio del sindaco dove era presente anche il presidente del Consiglio comunale Massimo La Porta ed alcuni consiglieri di maggioranza, l’assessore all’edilizia scolastica Gerardo Santosuosso è andato via stizzito dalla mia presenza (un atteggiamento che non fa onore all’istituzione che rappresenta ed ancor meno ad un uomo).
    Per quanto riguarda i problemi dell’asilo, siamo state rassicurate che questi sono in via di risoluzione. Per ciò che concerne il liceo scientifico, dal confronto è emerso ciò che già sappiamo, che la competenza è provinciale e che la provincia non ha più soldi di quanti ne stanzi ogni anno per l’istruzione. A prescindere dall’impianto che, purtroppo, è stato fatto male e che non si può fare daccapo, bisogna risolvere un problema più grande a monte: l’insufficienza dei fondi destinati alle scuole. Ovviamente non è un problema che possiamo risolvere noi cittadini da soli, se alla provincia i soldi non bastano per provvedere al fabbisogno delle scuole, è la provincia stessa che deve farsi sentire a livello statale. Il sindaco mi ha assicurato che cercherà di portare questa questione all’attenzione della conferenza dei sindaci, affinché possano tutti loro insieme portare avanti questa giusta causa col supporto di cittadini e studenti. Questo è il resoconto dell’incontro, ma non ci si può cullare su questo misero risultato, occorre assicurarsi che il sindaco porti avanti questa battaglia insieme agli altri sindaci e che la provincia faccia la sua parte. Per quanto mi riguarda, concederò qualche giorno di tempo al sindaco per organizzare un’azione seria e concreta da portare avanti in collaborazione con i sindaci, le forze politiche, i cittadini e gli studenti a livello provinciale ed a livello statale. Dopo oltre 20 anni è ora di scrivere la parola fine a questo problema e bisogna risolverlo all’origine. Sindaco noi tutti siamo pronti a fare la nostra parte, io per prima sono disponibile a collaborare come le ho espresso anche di persona, ma il primo a muoversi deve essere lei.
    Intanto, a Vallo della Lucania c’è lo stesso problema. I sindaci devono unirsi e supportare gli studenti ❤

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito