Tolomeo
CilentoCronacaIn Primo Piano
Trending

Agropoli, task force contro i fitti selvaggi

Controlli di carabinieri, finanza e polizia locale

Stop ai fitti abusivi, ad Agropoli. Ieri sera è scattato il blitz congiunto di Guardia di Finanza e Carabinieri delle Compagnie locali, dirette rispettivamente dal capitano Ciro Sannino e dal capitano Francesco Manna, e la Polizia municipale, coordinata dal comandante Maurizio Crispino. Sono stati controllati numerosi immobili, tra appartamenti, seminterrati, interrati e garages posti nell’area del lungomare San Marco e zone limitrofe, utilizzati durante la stagione estiva per essere proposti in fitto ai turisti. Acquisita la documentazione, si procederà, nelle prossime ore, al controllo presso gli Uffici Urbanistica e Commercio del Comune, per verificare la destinazione d’uso degli immobili. Si stanno inoltre operando anche accertamenti di tipo fiscale.

«La nostra volontà – spiega il Sindaco Adamo Coppola – è di contrastare chi fitta in nero e soprattutto chi propone luoghi non idonei ad ospitare persone; in molti casi si va oltre la normale capienza prevista. Da qui la mia richiesta, subito accolta dalle forze dell’ordine, di una collaborazione al fine di arginare la problematica. Vogliamo un turismo di qualità ed il primo passo è fare in modo che si propongano luoghi idonei ai turisti che scelgono la nostra Città quale meta per le proprie vacanze. In secondo luogo, fittando in nero non si ha neppure un controllo su coloro i quali stiamo ospitando, ai fini della sicurezza». I controlli andranno avanti anche nei prossimi giorni ed interesseranno tutte le aree cittadine.

Tags

7 commenti

  1. Bisognorebbe farlo tutto L anno non solo nel periodo estivo.
    Ci sono persone in affitto tutto L anno in cui i proprietari degli immobili non versano 1€ nelle
    Casse del comune e dello stato

  2. Controllate bene collina San Marco tutte le traverse senza tralasciare chi corrompere……..

  3. È quanto mai opportuno questo intervento che, se ripetuto e monitorato , consentirà sicuramente di innalzare il livello della qualità del turismo in Agropoli. A quanto un intervento per il controllo delle fonti di inquinamento acustico ambientale ( Legge quadro n.447 del 1995 e successive) disseminate sul territorio in diversificate strutture di ricettività balneare o alberghiera (Collina San Marco inclusa) che in violazione di tali norme proseguono in maniera selvaggia sia di giorno che di notte con grave nocumento della salute degli abitanti circostanti rendendone insostenibile il soggiorno. Alla faccia del turismo di qualità.

  4. Speriamo sia la volta buona. Il lungomare per me diventa off limits fino al 30 agosto. C’è il peggio del peggio e la colpa e di chi fitta in nero a questi soggetti. Vogliamo il turismo di qualità che porta soldi al paese.

  5. Oltre al fitto in nero, ottima iniziativa, fatela anche ad Agosto… controllate anche la spazzatura… Stamattina davanti casa c’èra di tutto… Se i villeggianti non sanno fare la differenziata, restino a casa propria… fate scattare le multe per i proprietari che non controllano e/o che non hanno illustrato come fare la differenziata…
    Poi, non è giusto che io debba pagare una quota sulla spazzatura totale annua prodotta dall’intera popolazione compresa quella fatta dai turistii! Ma stiamo scherzano, non ho case da affittare, non ho un hotel o b&b perché devo pagare sulla spaazzattura annuale prodotta dalla popolazione… rivedere i calcoli è cosa buona.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito