Cilento: torna l’allarme blatte

Primi avvistamenti a Capaccio Paestum

Sono state il terrore dell’estate 2017 e rischiano di esserlo anche per il 2018. Si tratta di insetti volanti, blatte o forse cimici, innocue ma fastidiose: volano libere nell’aria per poi posarsi a terra, sulle piante o sulle persone.

Lo scorso anno, tra giugno e luglio, con le alte temperature, Agropoli fu invasa. Poi questi animaletti arrivarono anche in altri comuni, in particolare lungo la fascia costiera. Furono necessarie disinfestazioni e operazioni di pulizia dei tombini per limitare il problema, risolto definitivamente solo grazie alle piogge.

Agropoli, è allarme blatte

Ora c’è il timore che il disagio possa ripresentarsi. A dare l’allarme sono i cittadini di Capaccio Paestum che hanno segnalato la presenza di insetti in particolare nelle contrade di Torre di Mare e Licinella.

Ad Agropoli, invece, qualcuno è stato avvistato nel centro cittadino e nel borgo antico ma per ora nulla a che vedere con l’emergenza dello scorso anno. I cittadini, però, chiedono immediati interventi: “E’ necessario fare una disinfestazione prima che il problema si ripeta”, dice un agropolese. Dello stesso avviso un residente di Capaccio Paestum: “E’ urgente intervenire. Oltre alla presenza di blatte c’è un evidente problema di insetti che proliferano come mosche e zanzare”.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Gennaro Maiorano

Laureato in ingegneria si occupa di giornalismo dal 2013. Appassionato del Cilento e della sua natura si occupa principalmente di tematiche legate all'ambiente.