Sanità: sei milioni per gli ospedali di Roccadaspide e Vallo della Lucania

Serviranno per l’adeguamento delle strutture e all’acquisto di attrezzature

169 milioni di euro per gli ospedali campani. E’ quanto è stato stanziato nell’ambito del piano di rientro dal commissario alla sanità Vincenzo De Luca. Gli interventi rientrano in un piano triennale, 2017-2019. Le prime opere interesseranno cinque ospedali salernitani: a Nocera, Oliveto Citra, Eboli e Battipaglia si affianca Roccadaspide. Nel comune cilentano l’intervento riguarderà (per circa un milione di euro) il completamento delle opere a servizio del pronto soccorso, l’ammodernamento degli impianti e l’adeguamento della struttura per la quale è prevista la trasformazione in ospedale di comunità con venti posti letto di medicina generale.

La seconda fase degli interventi interesserà anche Vallo della Lucania: il “San Luca”, infatti, sarà soggetto ad opere per la copertura delle sale operatorie (solo pochi giorni fa fu necessaria un’operazione di manutenzione straordinaria per infiltrazioni d’acqua), l’acquisto di attrezzature da tempo richieste, la sistemazione del reparto di Ostetricia e Ginecologia ed infine l’adeguamento degli impianti.

Fuori dai finanziamenti Agropoli, Polla e Sapri. Per quanto riguarda il comune del Cilento costiero le opere necessarie all’adeguamento della struttura alla sua nuova funzione di ospedale di comunità furono già realizzate lo scorso anno; tuttavia ci si spettavano ulteriori interventi per la riapertura delle sale operatorie, come promesso in passato dal Governatore De Luca. Nessun intervento neanche a Sapri dove da tempo istituzioni e associazioni chiedevano lavori di adeguamento della struttura.

CONTINUA A LEGGERE

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.

Sostieni l'informazione indipendente