Videosorveglianza a Roccadaspide, l'opposizione: "Serve subito" - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Videosorveglianza a Roccadaspide, l’opposizione: “Serve subito”

roccadaspide_castello

Videosorveglianza a Roccadaspide, l’opposizione risponde a Auricchio: “Urge risposta immediata al problema, i tuoi progetti sono futuribili e senza finanziamenti certi”.

Videosorveglianza a Roccadaspide, l’opposizione: “Serve subito”

Videosorveglianza a Roccadaspide, l’opposizione risponde a Auricchio: “Urge risposta immediata al problema, i tuoi progetti sono futuribili e senza finanziamenti certi”.

Continua il botta e risposta tra l’amministrazione Auricchio e l’opposizione comunale. Quest’ultima aveva accusato il primo cittadino di aver preferito impiegare dei fondi per un’area da pic-nic anziché per realizzare un sistema per la videosorveglianza. Pronta la replica del primo cittadino, Girolamo Auricchio che aveva evidenziato che esiste già un piano per installare telecamere di sorveglianza in tutto il paese.

L’ennesima risposta del batti e ribatti non si è fatta attendere. I consiglieri di opposizione Paolo Antico, Fernando Morra, Giuseppe Capuano e Francesco Mauro hanno nuovamente puntato il dito contro il sindaco. “Tutto è coniugato al futuro o sine die, come si preferisce, intanto per i ladri ed i perturbatori dell’ordine pubblico ogni giorno è buono per colpire”, dicono i quattro consiglieri riferendosi alla replica del primo cittadino.

“Noi chiedevamo di agire nell’immediatezza, nel qui ed ora – aggiungono – La realtà è che, con una votazione del Consiglio Comunale del 3 luglio e del 21 agosto scorso, quei 100mila euro prenderanno un’altra strada rispetto a quella da noi proposta dell’immediata organizzazione di un sistema di videosorveglianza”. Poi le accuse si fanno più dure: “L’Amministrazione si dà un termine di due mesi affinché tutti possiamo dormire sonni più tranquilli. “Questo, però, se fosse tutto vero”. “La realtà – spiegano Morra, Capuano, Mauro e Antico – è un’altra ed è circondata da troppe incognite relative anche ai tempi di realizzazione dei vari progetti che prevedono telecamere e alla loro armonizzazione in un necessario sistema unitario. Meglio, a nostro avviso, la certezza di un progetto unitario e di un finanziamento certo”.

“Invece, il progetto cui fa riferimento il Sindaco – sottolineano – fu approvato dalla Giunta Comunale (col voto anche degli allora Assessori Paolo Antico e Fernando Morra) nell’aprile 2013 ed inserito nel piano triennale delle opere pubbliche ma in attesa di finanziamento. Non si aveva allora e neanche oggi certezza, quindi, di attuazione perché non si sapeva allora e non si sa oggi se, quando ed in quali termini (importo) il finanziamento arriverà.
Proprio perché quel progetto non ancora finanziato ad oltre due anni di distanza dall’approvazione e poiché i furti sono comunque continuati e l’emergenza sicurezza non si è fermata ma si è aggravata, abbiamo ritenuto doveroso ed opportuno proporre di stanziare la somma di € 100.000,00 in sede di bilancio di previsione 2015 per un idoneo sistema di videosorveglianza, e ciò al posto dell’esproprio dell’area sul Carpine di Roccadaspide per la realizzazione di un’area pic nic che potrebbe, se lo si vuole, anche fare nei prossimi anni”.

“Crediamo che la sicurezza dei nostri concittadini non possa dipendere da eventuali futuri finanziamenti”, concludono i consiglieri comunali di opposizione.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Politica
cilentana_frana
Cilentana: la strada resta aperta, a gennaio la sostituzione del ponte

scalzone
Calcio, Serie D: dal Siena l’ultimo ingaggio dell’Agropoli

auto_donna
Tamponata e rapinata sulla SS18

Chiudi