Nasceva oggi il Carabiniere di Agropoli Angelo Perillo. Perse la vita su una nave da guerra

Ricorre oggi l’anniversario della nascita del Carabiniere Angelo Perillo, nato ad Agropoli il 14 Gennaio del 1924 da Michele ed Amalia Botti.

Qualche cenno biografico

Della sua vita non si hanno molte notizie, ma dagli atti risulta che era imbarcato sulla Motonave “Noto” per una spedizione militare.

Il Porto di Biserta in Tunisia era una delle destinazioni del traffico dei convogli che partivano da Napoli, con piroscafi e motonavi, scortati da navi da guerra per rifornire le truppe italiane dislocate in Africa Orientale.

Ecco cosa accadde sulla nave da guerra

Il 30 Gennaio del 1943, alle ore 14:00 circa, la motonave italiana, che trasportava vettovagliamento e munizioni, ormeggiata alla banchina dell’arsenale “Penyville” a Biserta, fu colpita da un aereo inglese; provocò esplosioni, investendo la motonave, distruggendola, definitivamente, alle ore 20:15.

Nell’esplosione morirono cinque marinai; Il Carabiniere Angelo Perillo, non comparve tra i superstiti; non si ebbero sue notizie anche negli anni successivi, inducendo, quindi a credere, che fosse morto la sera dell’esplosione.

Onore al merito per il Carabiniere agropolese

A lui la Croce al merito di Guerra alla memoria, per aver prestato servizio attivo e per aver combattuto per la Patria con onore e impegno.

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO
Pulsante per tornare all'inizio