Allagamenti dopo il maltempo: focus su possibili abusi che ostruiscono i canali. Sindaco ordina verifiche

Territorio a rischio allagamenti dopo l'ondata di maltempo. Controlli sul funzionamento dei sistemi di deflusso dell'acqua. Comune accende i riflettori su possibili abusi

Nuovi allagamenti sul territorio dopo l’ondata di maltempo dei giorni scorsi. Accesi i riflettori sul funzionamento del sistema di discarico e deflusso delle acque naturali. L’obiettivo? Verificare che non vi siano criticità nell’impianto e soprattutto che lo stesso non sia compromesso da abusi sconosciuti alle istituzioni. L’iniziativa è del sindaco di Santa Marina, Giovanni Fortunato.

Allagamenti per il maltempo: l’iniziativa del sindaco di Santa Marina

“Dopo le precipitazioni intense che si sono verificate in questi giorni e in vista delle probabili condizioni meteo avverse dei prossimi giorni, ho richiesto con urgenza ai responsabili comunali del settore dell’Area Tecnica e ai Vigili Urbani, ognuno per la propria competenza, di verificare la funzionalità delle opere di nuova realizzazione”, spiega il Sindaco Fortunato

L’obiettivo è quello di individuare le criticità relative ai fenomeni di allagamento conseguenti al maltempo. In particolare bisognerà “verificare la presenza di eventuali opere abusive che impediscono la funzionalità dei canali presenti sulla fascia costiera e relazionare con sollecita urgenza sulle problematiche e sulle azioni da perseguire per il superamento delle stesse”, dice Fortunato.

Gli obiettivi dell’Ente

Questa verifica ha l’obiettivo di scongiurare sul nascere eventuali criticità e di “salvaguardare l’incolumità dei cittadini che è da sempre la finalità principale di questa Amministrazione”. Santa Marina, in particolare la frazione di Policastro Bussentino, negli anni scorsi è stata seriamente danneggiata dal maltempo con allagamenti che hanno seriamente compromesso il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche