Tre osterie del Cilento al top secondo Slow Food

Ci sono anche tre attività del Cilento

Slow Food premia il Cilento e la Campania. Complessivamente sono 188 le osterie inserite nella guida Osterie d’Italia 2023. 22 le novità rispetto allo scorso anno. Inoltre sono 25 le chiocciole, ovvero il riconoscimento attribuito alle migliori attività italiane.

La guida Osterie d’Italia 2023 di Slow Food

Lo storico sussidiario del mangiarbere all’italiana è disponibile in tutte le librerie e sullo store online di Slow Food Editore. Osterie d’Italia (33^ edizione) racconta la ristorazione italiana più autentica e di qualità attraverso le visite e le recensioni di più di 240 collaboratori sparsi in tutta Italia.

Raccolti 1730 indirizzi di osterie, agriturismi, enoteche con cucina e ristoranti segnalati per la cucina territoriale, la rigorosa selezione degli ingredienti e il prezzo giusto.

Le novità

L’edizione 2023 introduce tre nuovi simboli per raccontare in modo più ampio e dettagliato l’offerta dei locali recensiti: il simbolo del pane, assegnato alle osterie con un eccellente cestino del pane e di prodotti da forno, autoprodotti o reperiti da fornai di qualità; il simbolo dell’olio, ai locali che valorizzano l’olio extravergine d’oliva sia a tavola che in cucina, secondo una selezione oculata di prodotti d’eccellenza e rappresentativi del territorio; il riconoscimento del Bere Bene, assegnato a quelle osterie che offrono, accanto o in sostituzione a una valida proposta di vini, una selezione di bevande alcoliche e non.

Le chiocciole della Campania

  • La Pignata- Ariano Irpino (AV)
  • Valleverde Zi’ Pasqualina – Atripalda (AV)
  • ‘A Luna Rossa – Bellona (CE)
  • Tre Sorelle – Casal Velino
  • Gli Scacchi – Caserta
  • Viva Lo Re – Ercolano (NA) – nuova chiocciola
  • Fontana Madonna – Frigento (AV)
  • La Pergola – Gesualdo (AV)
  • Fenesta Verde – Giugliano in Campania (NA)
  • La Marchesella – Giugliano in Campania (NA)
  • Il Focolare – Isola d’Ischia (NA)
  • Lo Stuzzichino – Massa Lubrense (NA)
  • Antica Trattoria Di Pietro – Melito Irpino (AV)
  • I Santi – Mercogliano (AV)
  • Da Donato – Napoli
  • Famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore (SA)
  • Osteria del Gallo e della Volpe – Ospedaletto d´Alpinolo (AV)
  • Perbacco – Pisciotta (SA)
  • Abraxas – Pozzuoli (NA)
  • La Ripa – Rocca San Felice (AV)
  • La Locanda della Luna – San Giorgio del Sannio (BN) – nuova chiocciola
  • ‘E Curti – Sant´Anastasia (NA)
  • ‘O Romano – Sarno (SA)
  • La Piazzetta – Valle dell´Angelo (SA)
  • Il Cellaio di Don Gennaro – Vico Equense (NA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare anche