Criptovalute: non solo Bitcoin, occhi puntati anche su Ethereum e Cardano

Nonostante il calo dei prezzi per la maggior parte delle monete virtuali, il settore delle criptomonete è in crescita. Se da un lato la capitalizzazione di mercato complessiva delle singole monete è in calo, dall’altro si sta registrando un aumento degli investimenti sull’infrastruttura e sulle tecnologie che questi progetti promuovono. Ciò dimostra che gli investitori non stanno operando solo per ottenere dei guadagni nel breve periodo, ma stanno puntando sul medio-lungo termine.

Muoversi in questo settore e individuare i progetti davvero promettenti non è semplice. Per questo motivo si consiglia di prendere come punto di riferimento la guida alle criptovalute realizzata dagli esperti di Guidacriptovalute.com, portale specializzato nel mondo del trading online con particolare riguardo ai crypto token.

Investire in Bitcoin

L’investimento in Bitcoin è ancora la scelta più comune tra coloro che si avvicinano a questo settore. Il Bitcoin è la prima criptomoneta in assoluto ed è anche la valuta più famosa, sia tra gli investitori che tra coloro che hanno solo sentito parlare di questi assets senza mai aprire delle posizioni finanziarie. Il prezzo di BTC è salito molto negli anni e chi ha investito all’inizio del progetto è riuscito a generare notevoli guadagni.

L’elevato valore della moneta ha scoraggiato alcuni dall’acquisto di Bitcoin, facendo spostare il loro interesse verso altre criptomonete. In realtà negli ultimi mesi anche il BTC ha visto una riduzione significativa del costo e ciò lo ha reso più appetibile, consentendo ai nuovi investitori di fare degli ingressi a un valore più basso e a chi aveva già investito di abbassare la media d’acquisto.

Investire su altre criptovalute

Per investimenti profittevoli sulle monete virtuali il suggerimento degli esperti è di non affidarsi a una singola valuta, anche se si tratta della valuta con maggior capitalizzazione di mercato. Questo è il motivo che spinge gli investitori ad analizzare altre criptomonete, facendo sempre attenzione a rivolgersi ai progetti più solidi e con le maggiori potenzialità di crescita.

Una delle monete più analizzate dagli investitori è Ethereum. Il merge ha portato alcuni fondamentali cambiamenti, che è utile conoscere per capire se vale la pena o meno investire su questa moneta. Con questa operazione si è avuto il passaggio al modello PoS, ovvero Proof of Stake. I movimenti del prezzo della moneta subito dopo il merge non sono stati rialzisti come alcuni avevano previsto, ma la maggior parte degli analisti ritiene che questo nuovo modello di consenso alla lunga risulterà essere vantaggioso per Ethereum e che dunque porterà a un aumento del prezzo di questo asset.

Un’altra moneta che gli investitori stanno analizzando è Cardano. Rispetto al massimo storico raggiunto, il prezzo attuale di ADA è basso e rappresenta una buona occasione per coloro che ritengono che questa moneta crescerà in futuro. L’infrastruttura di Cardano è in crescita ormai da diversi anni e si prevede che in futuro saranno strette nuove collaborazioni, le quali potrebbero spingere in alto il prezzo della moneta.

Stime ottimistiche affermano addirittura che nel giro di qualche anno la moneta potrebbe raggiungere il valore di dieci dollari, consentendo a chi investe ora di ottenere dei profitti elevati. Si tratta comunque di previsioni fatte da sistemi di analisi del mercato, nessuna previsione può garantire un’affidabilità pari al cento per cento e ogni analisi deve essere inserita all’interno della propria strategia personale di investimento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.