No alle trivellazioni nel Vallo di Diano: ecco l’annuncio del Ministero

L'area interessata doveva essere quella del Monte Cavallo

Non ci saranno trivellazioni nel Vallo di Diano. Una buona notizia per le comunità del territorio che per anni si sono battute contro simili interventi nel comprensorio valdianese. In particolare doveva essere interessata l’area del Monte Cavallo. La conferma l’ha data il Ministero della Transizione ecologica.

No a trivellazioni nel Vallo di Diano: la nota del Ministero

Il dicastero ha comunicato ai Comuni di aver archiviato l’istanza per gli interventi di trivellazione nel comprensorio del Vallo di Diano.

«La Direzione Generale Infrastrutture e Sicurezza di questo Ministero ha comunicato – si legge nella lettera inviata dal MITE ai Comuni interessati – che, per gli effetti del Decreto Ministeriale con cui è stato approvato il Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee (PiTESAI), non è consentito il prosieguo del procedimento amministrativo relativo all’istanza di permesso di ricerca in oggetto».

Contestualmente, con la stessa nota, il Ministero della Transizione Ecologica ha comunicata la chiusura del procedimento. Al contempo arriva il rigetto dell’istanza di trivellazioni nell’area del Vallo di Diano.

«Stante quanto sopra rappresentato, si ritiene di dover archiviare l’istanza di valutazione di impatto ambientale in oggetto per il progetto di ricerca concernente l’istanza di permesso di idrocarburi liquidi e gassosi in terraferma convenzionalmente denominato “Monte Cavallo”», conclude la nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.