Piano apertura scuole inadeguato: preoccupazione di Gimbe

«Misure inadeguate, eccessive responsabilità sulle scuole»

Gli studenti italiani ritornano tra i banchi. Quest’anno segnerà il ritorno alla normalità dopo l’emergenza covid, almeno in base al piano per l’apertura delle scuole elaborato dal governo italiano. Una novità importante che però non piace a tutti.

Piano scuole: la preoccupazione della Fondazione Gimbe

La fondazione Gimbe, infatti, è intervenuta sulla questione della riapertura delle scuole in sicurezza. Nonostante il calo dei contagi nell’ultima settimana, resta la preoccupazione.

Secondo Nino Cartabellotta, il tema della riapertura in sicurezza delle scuole “nel vortice della campagna elettorale non ha ricevuto l’attenzione necessaria“.

Il piano predisposto per l’anno scolastico 2022-23 appare inadeguato non tanto per le misure previste, quanto per le raccomandazioni spesso generiche e, soprattutto, per le eccessive responsabilità scaricate sulle scuole, prive delle necessarie risorse e competenze sanitarie. Il rischio è quello di un impatto rilevante sulla circolazione virale e sulla salute pubblica, ma anche sui giorni di scuola perduti“, afferma Cartabellotta.

La situazione in Italia

Nella settimana 7-13 settembre, le infezioni sono scese del 12,9%, i ricoveri in terapia intensiva dell’11,9%, quelli ordinari del 13,3%, rispetto alla settimana precedente.«
In diminuzione anche i decessi (-14,3%). Lo rileva il nuovo monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe.

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.