Agropoli punta a fondi per la videosorveglianza

Il Comune di Agropoli prova ad ottenere fondi per implementare il sistema di videosorveglianza in città. L’occasione è offerta dal Ministero dell’Interno. Il dicastero ha messo a disposizione 30 milioni di euro nell’ambito del POC Legalità per il finanziamento di progetti di realizzazione di impianti di videosorveglianza integrata.

Agropoli punta a fondi per la videosorveglianza

Il bando è rivolto alle amministrazioni locali delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Agropoli rientra tra i 66 Comuni della Campania potenzialmente finanziabili.

Spetterà alla Polizia Municipale, guidata dal comandante Sergio Cauceglia, procedere all’inoltro della domanda di partecipazione al bando.

L’emergenza furti

Una buona notizia per quanti chiedevano più sicurezza in città. Le telecamere potrebbero essere anche posizionate in prossimità del litorale dove si registrano sovente furti ai danni di auto di bagnanti.

Episodi che il sindaco Mutalipassi ha tentato di minimizzare evidenziando come tali furti accadano ovunque e non solo ad Agropoli.

Era stato il consigliere Massimo La Porta a sollecitare l’installazione di nuove telecamere ad Agropoli per aumentare la sicurezza in città.

Durante la stagione estiva diversi i furti registrati in città. Non solo nelle auto, spesso di proprietà di vacanzieri, ma anche in appartamenti siti in zone periferiche. Implementate il sistema di videosorveglianza ad Agropoli potrebbe essere utile per frenare questi crimini ed essere d’ausilio alle forze dell’ordine. forze dell’ordine. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.