San Giovanni a Piro aderisce al bando “Città che legge”

Una città che legge, garantisce agli abitanti, l'accesso ai libri e alla lettura- attraverso biblioteche e librerie, anche attraverso i "patti per la lettura", stipulati con le amministrazioni

SAN GIOVANNI A PIRO. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Ferdinando Palazzo, ha deciso di aderire al bando “Città che legge”.

“Città che legge”: ecco di cosa tratta l’iniziativa e l’adesione del Comune di San Giovanni a Piro

Nello specifico, il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con il Centro per il Libro e la Lettura, d’intesa con l’Associazione Nazionale Comuni Italiana, ha dato avvio a questo bando di concorso.

L’intento è quello di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valorie riconosciuto e condiviso, in grando di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Una città che legge, garantisce agli abitanti, l’accesso ai libri e alla lettura- attraverso biblioteche e librerie, anche attraverso i “patti per la lettura”, stipulati con le amministrazioni.

I Comuni possono partecipare al bando, al fine di contribuire alla crescita socio-culturale, nell’ottica di promuovere il territorio nella diffusione della lettura.

CONTINUA A LEGGERE

Roberta Foccillo

Da sempre appassionata di comunicazione, con una particolare passione per i video, conduco programmi tv e radio, amo scrivere e mi occupo di tutto quello che di interessante c'è nel mio amato Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente