Agropoli: tuffo nella storia con la rievocazione del passaggio di Alfonso D’Aragona

Un tuffo nella storia per immergersi nell’epoca a cavallo tra Medioevo e Rinascimento: il prossimo 9 agosto il centro di Agropoli e il borgo antico saranno palcoscenico d’eccezione della rievocazione storica “Alfonso D’Aragona Duca di Calabria in visita ad Agropoli”.

Bandiere colorate e stendardi, decine di figuranti in costume d’epoca che passeggiano sul corso e tra i vicoli del borgo antico e un sontuoso corteo storico con abiti d’epoca, porteranno il visitatore a rivivere un evento storico accaduto tra il 5 e il 6 agosto 1487, quando Alfonso D’Aragona dopo la sosta ad Eboli, si fermò al castello di Agropoli per controllare l’andamento dei lavori di ristrutturazione della fortezza.

Cittadini e vacanzieri avranno la possibilità di passeggiare per le strade di Agropoli osservando personaggi in abiti storici, gustando le delizie offerte dagli stand gastronomici o entrare nel vivo della rappresentazione, noleggiando abiti del tempo per adulti e bambini.

La rappresentazione, promossa dall’assessore Roberto Apicella, partirà alle ore 20.30 dal Castello Angioino Aragonese con un percorso che toccherà gli Scaloni Ennio Balbo, via Filippo Patella, via Mazzini, piazza delle Mercanzie, Corso Garibaldi e piazza Vittorio Veneto. Alle ore 22.00, poi, l’evento entra nel vivo al castello.

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente