Buccino: elettori all’estero beffati: l’avviso per votare arriva 6 settimane dopo

Elezioni comunali e referendum, agli italiani all'estero la cartolina per votare è arrivata con circa 6 settimane di ritardo

BUCCINO. Gli iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) sono inseriti nelle Liste Elettorali tenute dai Comuni italiani. Essi hanno il diritto di esercitare il voto per tutte le consultazioni elettorali e referendarie che si svolgono in Italia. Per farlo ricevono dal Comune una cartolina-avviso che, oltre ad informarli della consultazione, consente loro di rientrare in Italia usufruendo di agevolazioni di viaggio. Nella teoria nulla di complicato, peccato che nella pratica tutto sia diverso.

Elettori all’estero il caso di Buccino

Così ad una famiglia originaria di Buccino ma residente in New Jersey, l’avviso per poter votare è si arrivato, ma con oltre un mese di ritardo rispetto alla data delle elezioni.

Il 12 luglio, infatti, i cittadini italiani erano chiamati alle urne per rispondere a cinque quesiti referendari sulla giustizia e, nel caso dei cittadini di Buccino, anche per l’elezione del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale. La famiglia in questione ha ricevuto l’avviso che permetteva di esercitare il voto soltanto il 19 luglio, ovvero con oltre un mese di ritardo dalla data delle elezioni.

Il commento

«Quando ci sono le elezioni comunali ci vengono spedite le cartoline per venire a votare; questa volta le abbiamo ricevute il 19 di luglio, circa quasi 6 settimane dopo la data delle votazioni in più una in meno (dovevano essere quattro). Perché le cartoline vengono spedite con tanto ritardo?» Si chiede una delle elettrici iscritta alle liste Aire. In realtà è probabile che il disservizio sia più imputabile al servizio postale.

Una vera e propria beffa che purtroppo non rappresenta un caso isolato. Già in passato in vari comuni si sono registrati problemi di questo genere. Di fatto ciò rende impossibile esercitare il diritto al voto.

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente