Lavoro nero, controlli nelle aziende agricole del Cilento

Controlli all'interno delle aziende agricole e degli allevamenti di Cilento, Piana del Sele e agro-nocerino

Verifiche sulla regolarità delle assunzioni nelle aziende salernitane, di contrasto al lavoro nero e al caporalato. Controlli a Capaccio, Albanella, Giungano, ma anche Bellizzi ed Eboli nella Piana del Sele, Angri, Nocera Inferiore, Pagani, San Valentino Torio e Sarno nell’agro-nocerino.

Lavoro nero, i controlli dell’ispettorato del lavoro

L’ispettorato del lavoro ha eseguito una serie di verifiche finalizzate a riscontrare le regolarità nell’impiego dei lavoratori nelle aziende agricole e negli allevamenti.

Quattro sono state sospese a causa del lavoro in nero di taluni dipendenti, tre per violazioni di sicurezza.

L’esito dei controlli

Complessivamente sono state sottoposto a controllo 24 aziende, in 16 trovate irregolarità. Ad eseguire le verifiche insieme agli ispettori anche i carabinieri.

136 le posizioni lavorative controllate, poco più della metà relative ad italiani. 28 i rapporti di lavoro illecito (lavoro nero o assunzioni non a norma). In alcuni casi i dipendenti sono stati trovati senza la necessaria abilitazione alla conduzione di mezzi agricoli. 2 lavoratori indiani sono stati trovati senza permesso di soggiorno. Per le attività sono scattate le sanzioni o le sospensioni

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni al fine di verificare il rispetto delle normative all’interno delle aziende del territorio. L’ispettorato del lavoro ha tra i suoi obiettivi quello di contrastare la manodopera irregolare, il lavoro nero e garantire la sicurezza.