Villa in fitto per le vacanze ad Ascea: ma è una truffa

Un annuncio di una villa in fitto ad Ascea si è rivelato un raggiro

ASCEA. Con l’arrivo dell’estate occhio alla truffa della casa vacanza. Il rischio è che ci incappino i vacanzieri interessati a trovare un appartamento low cost per il loro soggiorno in una località costiera. Cercando su siti di annunci o social network, anziché su portali dedicati, il rischio è però quello di finire nella trappola di malintenzionati.

Villa in fitto ad Ascea: la truffa

Il loro modus operandi è semplice: pubblicano on line le immagini di luoghi paradisiaci a pochi passi dal mare e catturano l’attenzione del potenziale turista proponendo una locazione a prezzi vantaggiosissimi.

Chi solleticato dall’idea di fare l’affare proverà a prenotare la vacanza, incapperà nel raggiro. Talvolta capita che gli appartamenti pubblicizzati non esistano realmente o che chi ha pubblicato gli annunci non sia il vero proprietario. I malfattori, per accaparrarsi il denaro, chiedono una caparra e a quel punto scompaiono.

Ad Ascea è capitato proprio un episodio del genere. Qualcuno aveva proposto il fitto di una villa con piscina e due posti auto in corso Elea nella settimana di ferragosto a 1500 euro, un prezzo inclusivo di luce, gas, pulizia e spese contrattuali. Per fortuna i veri proprietari si sono accorti dell’inganno.

Quando si prenota una vacanza è sempre bene utilizzare canali ufficiali e in caso di dubbi contattare il comune o le forze dell’ordine.

CONTINUA A LEGGERE

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.

Sostieni l'informazione indipendente