Raccolti 153.940,00 € a Buonissimi 2022: il Cilento presente

Dopo un'assenza obbligata, ritorna Buonissimi 2022 con un grande traguardo: raccolti oltre 150 mila € a sostegno della ricerca oncologica pediatrica. Fra i migliori partecipanti dell'evento tanti chef e artigiani cilentani

Ritorna Buonissimi 2022, l’evento di beneficenza organizzato da Silvana Tortorella e Paola Pignataro, a sostegno della ricerca oncologica pediatrica. Realizzato con il sostegno dell Fondazione Giuseppe Marinelli, sono stati più di 1000 i partecipanti alla serata di lunedì scorso alle Rocce Rosse del Lloyd’s Baia Hotel di Salerno. Un risultato pazzesco, il più grande di tutte le altre edizioni con bel 153.940,00 € raccolti a sostegno della ricerca oncologica pediatrica infantile.

Il progetto biennale di ricerca di riferimento è CHANGE (Five hundreds Children with cANCErs) dell’Istituto di ricerca CEINGE di Napoli, per conoscere il panorama dell’ereditarietà genetica del cancro infantile e facilitare lo sviluppo dei trattamenti individuali e personalizzati.

Oltre 150 i professionisti del settore gastronomico campano che hanno partecipato per far sì che l’evento risultasse perfetto. Fra i migliori selezionati, una buona fetta era composta da personalità cilentane che hanno dato il loro contributo con la nostra splendida cucina.

Fra i partecipanti cilentani troviamo:

  • Alessandro Feo dell’omonimo ristorante di Casal Velino Marina;
  • Loreto Scarpa dell’omonima Macelleria di Vallo Scalo;
  • La Famiglia Positano della Chioccia d’oro di Novi Velia;
  • Maria Rina del ristorante il Ghiottone di Policastro;
  • Il ristorante Suscettibile di Pioppi con sede anche a Salerno;
  • Giovanna Voria dell’agriturismo Corbella di Cicerale;
  • Luigi Lapigio del ristorante il Veliero di Acciaroli e Pescheria di Salerno;
  • Ciro Manfredi di Gusto, Pizza e Bun di Agropoli;
  • Cantine Barone di Rutino;
  • Paolo Verrone Vini di Rutino;

e tanti altri.

Fra i non cilentani, di grande spessore e importanza campana troviamo:

  • Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense;
  • Davide Ciavattella de La Zagara di Anacapri;
  • Gaetano Torrente di Al Convento di Cetara;
  • Nicola Somma del Cannavacciolo Countyside di Ticiano;
  • Francesco Cerrato di Casa Federici di Montoro;
  • Andrea Aprea del Faro di Capo d’orso di Maiori;
  • Gianmarco Carli del Principe di Pompei;
  • Simone Testa di Punto Nave di Napoli;
  • Diego Vitagliano della Pizzeria 10 Vitagliano di Napoli;
  • Giuseppe Pignalosa della pizzeria Le Parule di Ercolano;

CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente