Le elezioni di Agropoli rischiano di finire in Procura

Resta ancora in stand-by l’esito delle elezioni amministrative ad Agropoli. La commissione elettorale è stata aggiornata a domani mattina

È stata sospesa e rinviata a domani la commissione elettorale chiamata a valutare la validità delle elezioni amministrative ad Agropoli che hanno sancito la vittoria di Roberto Mutalipassi. Nella giornata di oggi, infatti, sono stati soltanto parzialmente risolti i dubbi relativi a due delle tre sezioni nelle quali erano emerse differenze tra gli esiti elettorali e quelli indicati sui verbali. 

Resta da comprendere, invece, la situazione di un altro seggio presso la scuola Scudiero di località San Marco. 

Qui ci sono delle incongruenze che penalizzerebbero in particolare i candidati a sindaco Pesce, Serra e La Porta. 

Nello specifico il totale dei voti a sindaco non è congruente con il totale dei voti riferiti, inoltre per ciascun candidato sono state sbarrate le preferenze e sostituite con indicazioni diverse. I rappresentanti dei tre sindaci e delle liste ad essi collegati hanno chiesto alla commissione di trasmettere gli atti in procura. 

La seduta è stata rinviata a domani mattina alle ore 9.

Stando così le cose l’esito del voto non dovrebbe essere dubbio, tuttavia la lista Liberi e Forti riuscirebbe ad ottenere un consigliere comunale in più a discapito della coalizione La Porta. In assise entrerebbe Riccardo Milillo in sostituzione di Gerardo Santosuosso

Se saranno sciolti tutti i dubbi già domani potrebbe avvenire la proclamazione, ma il risultato elettorale rischia di restare in bilico. 

Le liste collegate a Raffaele Pesce, in particolare, lamentano situazioni dubbie anche negli altri seggi che potrebbero modificare l’esito del voto e nelle prossime ore potrebbe essere presentato u esposto in Procura per verificare se vi siano illeciti e chiedere il riconteggio delle schede. 

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Un commento

  1. Se risultano grandi incongruenze nel conteggio dei voti, bisogna vedere ,complessivamente, se ,quasi sicuramente, si sarebbe andati al ballottaggio, da verificare il ché sarebbe ,per correttezza e “LEGALITA'” molto semplice, anche se ritardando di qualche giorno la proclamazione degli eletti, compreso il Sindaco. Questa é competenza della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, che finalmente, potrebbe far valere la sua presenza, lo spero così come lo sperano tantissimi cittadini onesti che ancora credono nella “GIUSTIZIA”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente