Cannalonga: comune sempre più digitale

Contributi dal Ministero dell'Innovazione destinati a completare l'adesione alle principali piattaforme abilitanti nazionali: SPID, PagoPA e l'App IO.

Il Comune di Cannalonga, guidato dal sindaco Carmine Laurito, ha deciso di partecipare all’ “Avviso Misura 1.4.4 “Estensione dell’utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale – SPID CIE”.

Le finalità dell’Avviso pubblico

Il Ministero dell’innovazione Dipartimento per la trasformazione digitale, ha pubblicato sul sito padigitale 2026 l’avviso “Avviso Misura 1.4.4 “Estensione dell’utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale – SPID CIE”.

In particolare, tali contributi sono destinati agli Enti locali che devono effettuare o completare l’adesione alle principali piattaforme abilitanti nazionali: SPID, PagoPA e l’App IO.

Numerose disposizioni normative promuovono, difatti, la digitalizzazione dei servizi pubblici con l’obiettivo specifico di incentivare e accelerare il processo di transizione al digitale, anche in risposta alle esigenze di trasformazione e rilancio dell’economia nazionale alla crisi generatasi con l’emergenza epidemiologica in atto.

Dal 28 febbraio 2021 sono in vigore rilevanti obblighi a carico delle Pubbliche Amministrazioni come l’utilizzo esclusivo delle identità digitali, della carta d’identità elettronica e della Carta Nazionale dei Servizi quali strumenti di identificazione dei cittadini che accedano ai servizi on-line; l’obbligo di rendere fruibili i servizi in rete tramite applicazione su dispositivi mobili attraverso il punto di accesso telematico (App IO); l’obbligo per i prestatori di servizi di pagamento abilitati di utilizzare esclusivamente la piattaforma PagoPA, per i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni e il divieto per le amministrazioni di rilasciare o rinnovare credenziali – diverse da SPID, carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi – per l’identificazione e l’accesso dei cittadini ai propri servizi in rete.

Cannalonga punta ad adeguarsi diventando sempre più al passo con i tempi, sfruttando anche le risorse Pnrr.

CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente