Volo annullato: sei cilentani bloccati a Medjugorje

Il volo di ritorno improvvisamente annullato

CAPACCIO PAESTUM. La compagnia aerea annulla improvvisamente il volo, sessanta pellegrini campani, tra cui alcuni cilentani, rimangono bloccati in Croazia dopo aver trascorso qualche giorno di pellegrinaggio a Medjugorje.
È accaduto nella giornata di ieri.

Odissea per sei pellegrini cilentani

A dover rinviare per causa di forza maggiore il rientro a casa anche sei pellegrini partiti dal Cilento, di cui tre di Agropoli, uno di Altavilla Silentina, uno di Albanella e uno di Capaccio Paestum, comunità che da tempo seguono Don Antonio Razzano organizzatore del Pellegrinaggio.

Il sacerdote ora è parroco vocazionista presso la Parrocchia Santissima Annunziata di Cava dei Tirreni ma negli anni passati è stato parroco ad Altavilla Silentina dove ha stretto un forte legame con le comunità locali. I fedeli cilentani continuano a seguirlo anche nei viaggi che il parroco organizza ogni anno per Medjugorje.

La vicenda

Il gruppo di preghiera di Agropoli insieme agli altri campani, è rimasto bloccato in Croazia dove sono arrivati lo scorso mercoledì con partenza dall’aeroporto di Napoli. I pellegrini dovevano rientrare ieri mattina, ma giunti all’aeroporto di Spalato hanno fatto l’amara scoperta.

Eravamo all’aeroporto – racconta Carmine Capozzoli pellegrino di Altavilla Silentina – in attesa che aprisse il gate, ma ad un certo punto ci hanno comunicato che il loro volo di rientro della compagnia Easyjet previsto per le ore dodici era stato cancellato, non sappiamo il perché ma a quanto pare ieri sono stati cancellati molti altri voli. Siamo rimasti in aeroporto per cinque ore, poi l’agenzia di viaggi ci ha trasferito in bus al centro di Spalato e sistemato in un albergo a quattro stelle, tutto a carico loro”.

Con i pellegrini cilentani sono rimasti bloccati anche fedeli provenienti da Nola, Castellammare di Stabia e zone limitrofe ma anche da Santa Maria la Carità, Vico Equense e Mondragone.

Dopo la sorpresa e lo sconcerto iniziale i pellegrini si sono rassegnati a dover rinviare di un paio di giorni il ritorno a casa.
Un episodio tuttavia che ha causato non pochi disagi all’intero gruppo soprattutto considerando il fatto che tra i partecipanti al pellegrinaggio sono presenti anche una donna disabile e tre bambini.

Resta da capire il perché della cancellazione del volo in maniera così improvvisa e senza alcuna comunicazione ai malcapitati viaggiatori.
La comitiva domani salirà sul volo che la riporterà in Italia e quindi nel Cilento. Un pellegrinaggio diverso dagli altri ma che i pellegrini sicuramente ricorderanno di più.

CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente