Boccia (Pd) da Palinuro: mai più larghe intese

“Come ha ribadito più volte il segretario Letta, il tempo delle larghe intese finisce con la fine di questa legislatura. C’è una totale incompatibilità tra la visione di società e di Europa del Partito democratico e quella della destra, sia di quella al governo che, a maggior ragione, di quella all’opposizione.

Con la Lega poi, oltre i cardini su cui è nato il governo Draghi, uscita dalla pandemia e attuazione del PNRR, non si riesce a far altro. Le distanze, a partire dal fisco, sono siderali. Il PD si batte per un’Europa sempre più forte, per una lotta senza quartiere alle diseguaglianze, per il salario minimo e la difesa dell’ambiente; la destra è spesso contro l’Europa, contro il salario minimo, a favore del carbone e sul fisco parliamo lingue totalmente incompatibili. Il campo progressista nel 2020 ha negoziato e ottenuto le risorse del Recovery, la destra nel luglio 2020 ha votato contro il PNRR in Parlamento. È evidente che questa esperienza delle larghe intese, iniziata per una congiuntura eccezionale, finisce tassativamente con questa legislatura”.

Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, intervenendo alla presentazione del libro “Con la mano sul cuore” di Carmelo Stanziola, sindaco di Centola-Palinuro.

CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente