Domenica riapre il Santuario della Madonna della Neve a Sanza

Appuntamento per domenica dalle ore 11:00 per lo svelamento della Madonna e la Solenne apertura del Santuario a Sanza

SANZA. Cresce l’attesa tra i fedeli, domenica 5 giugno, riapre il Santuario della Madonna della Neve sul Monte Cervati; la vetta più altra della Campania con i suoi 1900 metri circa.

Appuntamento domenica alle 11:00 con l’apertura del Santuario della Madonna della Neve a Sanza

Dopo due anni di difficoltà dovuti all’emergenza sanitaria, quest’anno c’è ancora più fermento tra le persone che sentono forte il legame con la Madonna.

Alle ore 11:00 ci sarà la solenne apertura con lo svelamento della statua nella grotta; intronizzazione del quadro della Madonna e la celebrazione della Santa Messa nel santuario montano.

Per l’Arciconfraternita della Madonna della Neve, l’apertura del Santuario è motivo di gioia e di preghiera. Il santuario mariano del Cervati, è un luogo di culto ultramillenario che ricade nel territorio del Comune di Sanza; la cui Chiesa custodisce la statua della Madonna per tutto l’anno, tranne il periodo in cui, tra luglio e agosto, condotta sul Monte per la venerazione.

La storia del santuario

Il santuario Madonna del Cervato, conosciuto anche come Madonna della Neve, si trova a Sanza. Dal 1993 affidato il valore di santuario e da allora ogni anno riempie molte delle giornate dei fedeli che pregano Maria e il Signore.

La data di costruzione non è ben definita, sicuramente la struttura risale a prima del 1000 data alla luce forse dall’Arciconfraternita “Santa Maria della Neve”.

Il nome di Madonna del Cervato è legato alla posizione in cui si trova. Infatti, il santuario permette di percorrere una strada ripida e complessa che conduce in cima al monte che porta appunto la denominazione di monte Cervato o Si tratta di un rilievo molto alto, all’incirca 1800 metri e risulta essere il più alto della Campania.

I fedeli che arrivano in cima alla montagna, possono ammirare il paesaggio e con questo anche la bellezza della piccola cappella della Madonna del Cervato. All’interno si notano due spazi differenti, che hanno subito due lavorazioni in epoche diverse. La parte più interna è quella edificata prima del 1000, mentre l’altra parte costruita intorno al 1600. La facciata esterna è particolare ed è ricoperta di pietra locale.

Il santuario Madonna del Cervato non è aperto tutto l’anno. La porta della piccola cappella vede la luce solitamente nella prima domenica di Giugno e rimane visitabile fino alla seconda domenica di Ottobre.

L’evento più importante in questo lasso di tempo è fissato per il 26 Luglio, quando avviene il pellegrinaggio dal paese di Sanza alla cima del monte, con sulle spalle la statua della Madonna della Neve.

Il 5 Agosto poi viene riportata in città e con essa si celebrata la festa della Madonna della Neve del Cervato, protettrice di tutti gli abitanti del piccolo centro valdianese.

Ti potrebbe interessare anche