Sant’Angelo a Fasanella punta alla valorizzazione delle aree naturalistiche

Due progetti per la messa in sicurezza e la valorizzazione del territorio

SANT’ANGELO A FASANELLA. Un progetto da circa 2,3 milioni di euro per interventi di tutela della biodiversità, di mitigazione, di riduzione del rischio idrogeologico, per la valorizzazione dell’area turistica Pescatura-Arenara.

Questa l’iniziativa dell’amministrazione comunale di Sant’Angelo a Fasanella. L’Ente, guidato dal sindaco Gaspare Salamone, punta a sfruttare le risorse del Ministero dell’Interno per concludere l’iter progettuale.

Valorizzazione aree naturalistiche di Sant’Angelo a Fasanella: i progetti

Nello specifico dal Governo sono stati stanziati 320 milioni di euro per l’anno 2022, 350 milioni di euro per l’anno 2023 e di 200 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2024 al 2031. Le opere pubbliche finanziabili riguardano la messa in sicurezza del territorio, di strade, ponti e viadotti, di edifici pubblici con precedenza alle strutture scolastiche.

Sant’Angelo a Fasanella, qualora risulti destinatario di risorse, potrebbe completare la progettazione di un’opera che non solo avrebbe valore dal punto di vista naturalistico ma garantirebbe anche la sicurezza del territorio.

Si andrebbe così a garantire la fruibilità di un’altra area naturalistica. Il costo delle opere è di circa 1,5 milioni cui si aggiungono le somme a disposizione dell’amministrazione.

Il progetto per l’area di Madonna della Pinta

Questo non è l’unico progetto che l’amministrazione comunale punta a mettere in campo per le aree naturalistiche del territorio. Uno studio di fattibilità è stato approvato nelle scorse settimane anche per l’area comunale sita in località Madonna della Pinta. In questo caso il costo è di 340mila euro.

CONTINUA A LEGGERE

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Sostieni l'informazione indipendente