Campora: un progetto per i percettori del reddito di cittadinanza

Ecco le attività che svolgeranno i beneficiari del reddito di cittadinanza a Campora

CAMPORA. Nuovo progetto dedicato ai percettori del reddito di cittadinanza di Campora. Nello specifico l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Morrone, ha approvato il progetto dal titolo Natura e territorio che vedrà protagonisti per alcuni mesi i beneficiari del reddito.

Percettori del Reddito di cittadinanza a Campora: le attività

I percettori del reddito saranno impegnati nelle seguenti attività specifiche: cura della persona; ambiente; territorio; sviluppo rurale; decoro urbano; recupero e valorizzazione; patrimonio culturale e servizi socio aggregativi.

La fase 2 del reddito di cittadinanza, quella in cui i percettori sono obbligati a svolgere lavori di pubblica utilità presso il comune di residenza, ha preso il via con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’ 8 gennaio 2020. I beneficiari del reddito di cittadinanza, tranne gli esonerati, devono essere convocati da parte dei centri per l’impiego con la firma del Patto per il lavoro. 

Si tratta di prestazioni non retribuite; la mancata accettazione della condizione stabilita dal decreto da parte di uno dei componenti del nucleo familiare determina la decadenza del sussidio.

I PUC comportano, per il soggetto obbligato, un impegno compatibile con le altre attività dallo stesso svolte e in ogni caso non inferiore ad otto ore settimanali, fino ad un massimo di sedici ore settimanali, previo accordo tra le parti.

La programmazione delle otto ore settimanali può essere sviluppata sia su uno o più giorni della settimana sia su uno o più periodi del mese, fermo restando l’obbligo del totale delle ore previste nel mese, compresa la possibilità di un eventuale recupero delle ore perse nel mese di riferimento