Cilento, Provincia investe su ponti e viadotti

Si tratta del ponte sulla SP 51 (fiume Tanagro), a Casalvelino sulla SP 161 (fiume Alento), ad Ascea Ceraso sulla SP 269, sulla SP 447 tra Palinuro e Marina di Camerota (tra fiume Alento e fiume Mingardo) e infine sempre sulla SP 447-RACC ad Ascea

La Provincia di Salerno pronta ad intervenire su diverse infrastrutture stradali, in particolare su taluni ponti. L’Ente con sede a Palazzo Sant’Agostino può contare su un finanziamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; di concerto con quello dell’Economia e delle Finanza di otre 20milioni.

I fondi sono vincolati proprio alla messa in sicurezza di ponti e viadotti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti, con problemi strutturali di sicurezza, della rete viaria di province e città metropolitane.

Per l’annualità 2021dichiara il Presidente Michele Strianese lo stanziamento complessivo è di euro 6.180.277,35 da destinare alla messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e per la costruzione di nuovi ponti in tutto il territorio provinciale, in base al programma inviato dalla Provincia. Gli stanziamenti per il 2022 sono di euro 7.946.070,88 e per 2023 sono di euro 6.180.277,35″. Risorse vanno anche per interventi nei comuni del Cilento e Vallo di Diano.

Si tratta del ponte sulla SP 51 (fiume Tanagro), a Casalvelino sulla SP 161 (fiume Alento), ad Ascea Ceraso sulla SP 269, sulla SP 447 tra Palinuro e Marina di Camerota (tra fiume Alento e fiume Mingardo) e infine sempre sulla SP 447-RACC ad Ascea.

Va sottolineato infatti che molte di queste opere risalgono al dopoguerra e hanno raggiunto oggi il loro ciclo di vita finale. È necessario quindi intervenire o addirittura sostituire viadotti costruiti 60 o 70 anni fa per tutelare la mobilità in sicurezza nei nostri territori.

Tutte le attività sono coordinate dal Settore Viabilità, diretto da Domenico Ranesi con il supporto del consigliere delegato alla Viabilità Carmelo Stanziola.

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Sostieni l'informazione indipendente