Calcio giovanile: genitore invade il campo, gara sospesa ad Agropoli

Era quasi il 90' quando sullo 0 a 0 il direttore di gara fischia un fallo scatenando la rabbia di uno dei genitori della squadra ospite che ha invaso il campo dirigendosi verso i calciatori

AGROPOLI. Genitore invade il campo, attimi di tensione ad Agropoli. E’ accaduto nella mattinata di domenica, intorno alle 11.30, presso il campo “Gianfranco Torre”. Durante un match di calcio giovanile il padre di uno dei calciatori è entrato sul terreno di gioco costringendo il direttore di gara a chiudere anzitempo il match.

Genitore invade il campo ad Agropoli: i datti

In campo c’erano il Sacro Cuore Agropoli e l’Aurora Bisogno Infinity, società proveniente da Cava dei Tirreni; si giocava il match dell’Under 16 provinciale. Nel corso della gara un fallo avrebbe scatenato uno scontro tra i calciatori delle due compagini.

E’ a quel punto che un genitore invade il campo dopo aver scavalcato la recisione che separa il rettangolo verde dalla tribuna, per raggiungere i contendenti. Non è chiaro il suo intento, fatto sta che il direttore di gara, Andrea Mautone della sezione AIA di Agropoli, ha deciso di fischiare anzitempo la fine del match visto l’episodio e il clima di tensione.

L’intervento delle forze dell’ordine

Era quasi il 90′ quando è avvenuto il fatto. Il risultato era sullo 0 a 0. Gli animi tesi hanno comportato l’intervento dei Carabinieri della compagnia di Agropoli e degli uomini della Polizia Municipale.

I militari, agli ordini del comandante di stazione Carmine Perillo, hanno provveduto ad identificare l’uomo il quale si sarebbe giustificato dicendo di essere intervenuto per sedare gli animi. Potrebbe ora rischiare anche il Daspo.

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Sostieni l'informazione indipendente